Caregiver, centomila euro di contributi per dare supporto a chi aiuta persone care non autosufficienti

21

L’assessore Coletti: risorse per fronteggiare le difficoltà che vive chi si prende quotidianamente cura degli altri

FERRARA – Svariate iniziative per dare sostegno e supporto ai caregiver familiari, che quotidianamente si prendono cura di persone care non autosufficienti, potranno essere attuate grazie ai progetti presentati all’amministrazione comunale dalle realtà ferraresi del Terzo settore, alle quali sono stati assegnati centomila euro di contributi a favore dei caregiver familiari, messi a disposizione secondo i criteri approvati dalla Giunta del Comune di Ferrara, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti.

“Questo avviso pubblico – ha sottolineato l’assessore Cristina Coletti – ha contribuito a fare luce sulle difficoltà che quotidianamente i caregiver vivono e, allo stesso tempo, a fornire loro risorse per raggiungere un maggiore livello di benessere. Il caregiver familiare è la persona che volontariamente, in modo gratuito e responsabile, si prende cura nell’ambito del piano assistenziale individualizzato di una persona cara consenziente, in condizioni di non autosufficienza o comunque di necessità di ausilio di lunga durata, non in grado di prendersi cura di sé”.

Sono otto gli Enti del Terzo Settore che hanno aderito all’Avviso (pubblicato dal 5 novembre al 6 dicembre 2021) per il finanziamento di progetti sociali e sociosanitari mirati alla tutela della salute e alla promozione del benessere psicofisico, sociale e sanitario dei caregiver. L’assegnazione dei contributi, finanziati con fondi regionali, è avvenuta tramite l’adesione degli enti all’avviso pubblicato dal Comune di Ferrara con scadenza il 6 dicembre 2021. Uno solo degli otto progetti è stato escluso, in quanto è pervenuto oltre l’orario stabilito nell’avviso.

In sede di Commissione di valutazione dei progetti sono emerse aree di bisogno diversificate e ciò – hanno fatto notare i componenti – si è rivelato una preziosa esperienza ai fini della lettura dei bisogni del territorio. Questi finanziamenti serviranno per sostenere questi progetti proposti da realtà del Terzo Settore attive nel territorio del Distretto Centro Nord:

1. Il progetto “Giovani Caregiver: forti sì, ma anche fragili” della Cooperativa Serena si è focalizzato sul sostegno dei giovani caregiver compresi nella fascia d’età 16/24 anni, connotandosi da un target particolarmente innovativo, aspetto che è stato accolto positivamente. La Cooperativa si è vista riconoscere un contributo di € 13.300 su un costo complessivo di € 19.195.

2. Le attività previste dal progetto “Aiutiamoci” dell’associazione di promozione sociale Anffas riguardano il sollievo per il recupero delle energie mentali e fisiche del caregiver attraverso l’organizzazione di soggiorni rivolti alle persone con disabilità, il sostegno psicologico di gruppo e momenti formativi e informativi. È stato riconosciuto un contributo di € 12.250 su un costo complessivo di € 17.500.

3. Il progetto “Teniamoci in contatto presentato” dall’organizzazione di volontariato Aias si focalizza su attività rivolte ai disabili per dare sollievo al caregiver. Prevede di organizzare insieme alle persone con disabilità la loro partecipazione al laboratorio teatrale e di programmare la loro partecipazione a brevi periodi da trascorrere fuori dal proprio domicilio e a eventuali uscite in compagnia. Il contributo riconosciuto è pari a € 15.000 a fronte di un costo complessivo di € 21.500.

4. L’organizzazione di volontariato Ama presenta il “Progetto multidisciplinare per caregiver di pazienti affetti da malattia di Alzheimer”, che mira ad agire sulla sfera psicologica, fisica, emotiva e comportamentale del caregiver. Il progetto prevede un costo complessivo di € 15.211 ed è stato riconosciuto un contributo pari a € 13.351.

5. La cooperativa sociale Cidas con il progetto “Reti di sostegno per il Caregiver” ha posto l’accento sui bambini e i giovani adulti fratelli di disabili, prevedendo tra le azioni incontri di gruppo gestiti da conduttori di gruppi con esperienza nell’ambito del mutuo aiuto, la disabilità, l’età infantile e adolescenziale. Viene riconosciuto un contributo di € 15.500 a fronte di un costo complessivo di € 26.300;

6. Il progetto “Far risuonare le immagini: l’eco delle emozioni” della cooperativa Le Pagine ha suscitato notevole interesse ed è caratterizzato dal sostegno psicologico di gruppo ai caregiver attraverso attività di approfondimento culturale, prevedendo visite ai beni culturali di Ferrara accompagnati nel percorso da esperti di arte. Alla cooperativa viene riconosciuto un contributo di € 12.343 su un costo complessivo di € 13.343.

7. L’associazione di promozione sociale Rivana Garden ha previsto l’acquisto di un pulmino da dedicare al trasporto dei caregiver e delle persone di cui si prendono cura per recarsi all’ospedale o per raggiungere spazi di socializzazione. Con il progetto “4 ruote per il caregiver” si è aggiudicata un contributo di € 18256 su un costo complessivo di € 21.600.