Categorie: Attualità Emilia RomagnaForli Cesena

Contro il caporalato: Paolo Lucchi ringrazia la Guardia di Finanza

Il Sindaco di Cesena richiama a una maggiore consapevolezza le aziende del settore

CESENA – Il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi:

“Le due recenti operazioni messe a segno dalla Guardia di Finanza contro il caporalato – l’ultima ieri, focalizzata nell’area di Borello e Bora – hanno inferto un duro colpo al criminoso sistema di sfruttamento attuato sulla pelle dei lavoratori stranieri, mostrandoci con piena evidenza come questa odiosa pratica sia purtroppo diffusa anche nella nostra realtà.

E’ con sincera gratitudine, quindi, che esprimo le mie congratulazioni al Comando provinciale delle Fiamme Gialle, diretto dal Colonnello Alessandro Mazziotti, per l’importante risultato raggiunto; e trovo confortante che, grazie alla nuova legge contro lo sfruttamento del lavoro in agricoltura, approvata nell’ottobre scorso e di cui è stato relatore in Commissione Affari Costituzionali l’onorevole cesenate Enzo Lattuca, siano oggi a disposizione misure più severe ed efficaci per contrastare questa nuova forma di schiavismo: reclusione da uno a sei anni per l’intermediario e per il datore di lavoro che sfruttino i lavoratori, aumento della pena da cinque a otto anni se i fatti sono commessi mediante violenza e minaccia; multe da 500 a 1000 euro per ogni lavoratore reclutato, confisca come per i reati di mafia e l’utilizzo dei proventi delle confische per indennizzo alle vittime. Ma non basta.

Quando si deve curare una malattia, è basilare non solo conoscerne i sintomi, ma anche agire su tutte le cause. E allo stesso modo – ne sono convinto – occorre procedere per debellare questo terribile fenomeno.

Per questo trovo particolarmente significative le considerazioni espresse oggi da Cgil Cisl e Uil che da tempo denunciavano il fenomeno e che oggi, di fronte a quella che si configura come una vera e propria organizzazione di notevoli proporzioni, si interrogano sul ruolo delle imprese utilizzatrici.

La penso come loro: un detto diffuso nelle nostre campagne recita ‘un fosso si fa con due rive’. E’ dunque necessario pretendere da tutte le imprese del settore una maggiore attenzione e consapevolezza sulle pratiche adottate quando si rivolgono a terzi per l’arruolamento della manodopera. Un’attenzione necessaria per stabilire una netta demarcazione fra chi crede nel rispetto delle regole, nei diritti garantiti a tutti e nella dignità del lavoro e chi considera i lavoratori alla stregua di merci e non esita a sfruttarli.”

 

Condividi
Pubblicato da
Roberto Di Biase

Articoli recenti

26 ottobre 2018 – Pietro Barilla e Ingegneria, una storia lunga 30 anni

PARMA - Venerdì 26 ottobre 2018 è in programma l’evento “Pietro Barilla e Ingegneria, una storia lunga 30 anni” che…

8 ore passati

Le commissioni di domani a Palazzo d’Accursio

Mercoledì 26 settembre, nella sala Renzo Imbeni di Palazzo d'Accursio, sono in programma due sedute BOLOGNA - Mercoledì 26 settembre,…

8 ore passati

28 settembre: a “Parma prende la laurea” si parla di “Comunità inclusiva”

Alle 10 nell’Aula Magna dell’Università il secondo appuntamento della rassegna organizzata da Ateneo e Comune di Parma nell'ambito del progetto…

8 ore passati

Contributo economico per i danni causati dalle avversità atmosferiche del 10 agosto e 14 dicembre 2017

Il 23 ottobre scadono i termini per la presentazione della domanda FORLÌ - Con Delibera del Consiglio dei Ministri del…

9 ore passati

Servizio civile volontario in Comune a Piacenza, entro venerdì 28 settembre le domande

PIACENZA - Ancora pochi giorni di tempo – entro venerdì 28 settembre – per presentare la propria candidatura allo svolgimento…

10 ore passati

Oggi riunione del Consiglio di quartiere Santo Stefano

Martedì 25 settembre la seduta è in programma, alle 18.30, in via Santo Stefano 119 BOLOGNA - Martedì 25 settembre…

10 ore passati

L'Opinionista © 2008 - 2018 - Emilia Romagna News 24 supplemento a L'Opinionista Giornale Online
reg. tribunale Pescara n.08/2008 - iscrizione al ROC n°17982 - P.iva 01873660680
Contatti - RSS - Archivio news - Privacy Policy - Cookie Policy

SOCIAL: Facebook - Twitter - Google Plus - Pinterest

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice