Camst Group e l’Associazione D.i.Re. insieme contro la violenza di genere

4

Camst Group e l’Associazione D.i.Re. insieme contro la violenza di genere

BOLOGNA – In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, Camst Group lancia un progetto in collaborazione con D.i.Re Associazione Donne in rete contro la violenza.

Camst group, che dà lavoro a 15mila persone di cui l’87% costituito da donne, e D.i.Re,  impegnate da sempre in progetti di responsabilità sociale e, in particolare, nella valorizzazione del ruolo della donna in ambito lavorativo, svilupperanno nel tempo varie azioni congiunte; a partire dalla pubblicazione di “Fuori dalla Violenza”, un leaflet informativo che racconta la violenza, le sue forme e come uscirne, che verrà distribuito in formato cartaceo a tutti i dipendenti dell’azienda.

Altra importante azione riguarda l’inserimento lavorativo, già avviato e che proseguirà per tutto il 2022,  di quindici donne che hanno vissuto violenza con l’obiettivo di creare per loro condizioni di maggiore autonomia economica. Terzo punto in programma, la realizzazione di corsi di formazione online, condotti da formatrici D.i.Re per diffondere alle persone responsabili (150 persone) dei locali in tutta Italia la conoscenza del fenomeno della violenza e offrire gli strumenti per prevenire e sostenere le donne, colleghe, in difficoltà.

A conclusione di questo percorso è in programma l’organizzazione di una tavola rotonda per condividere con stakeholder e partner le buone pratiche realizzate, in corso e future.

“Consentire alle nostre persone, lavoratrici e lavoratori, di andare a fondo su un tema così drammatico e attuale al tempo stesso come quello della violenza nei confronti delle donne – ha commentato il Presidente di Camst Group Francesco Malaguti – oltre a essere un ottimo strumento di prevenzione, può aiutare a migliorare l’ambiente lavorativo. Creare condizioni e spazi con persone formate e materiali divulgativi adeguati, credo possa costituire un elemento concreto di supporto, conforto e sicurezza”.

“Siamo molto felici del rinnovarsi della collaborazione con Camst Group, che nasce sulla condivisione di due importanti obiettivi della rete D.i.Re: da un lato contribuire a prevenire la violenza, facilitando il riconoscimento della violenza nelle relazioni di intimità e fornendo informazioni sull’esistenza e sulla metodologia di accoglienza dei centri antiviolenza che aderiscono alla nostra rete – afferma la presidente di D.i.Re Antonella Veltri – Dall’altro supportare le donne che completano un percorso di fuoriuscita dalla violenza con l’inserimento lavorativo. Sappiamo bene che la mancanza di un reddito autonomo porta spesso le donne a resistere in relazioni violente, sopportando gli abusi, con grave rischio. Avere un lavoro contribuisce a restituire a chi esce da una esperienza di violenza la fiducia in se stessa, nella possibilità di poter essere davvero libera e autonoma, senza dover dipendere più in futuro da partner violenti”.

Una collaborazione, quella tra Camst e D.i.Re, che nasce dal desiderio comune di combattere la violenza maschile sulle donne partendo dalla considerazione che per farlo sia necessario un cambiamento culturale che elimini la visione patriarcale della società.

Camst Group

Camst, cooperativa nata nel 1945 a Bologna, ogni giorno, porta la qualità della sua ristorazione nelle scuole, nelle aziende, negli ospedali, nelle fiere, nei centri commerciali e nelle città, in Italia e all’estero (Spagna, Danimarca e Germania, Svizzera). Unisce al gusto della tradizione culinaria italiana, l’innovazione di una realtà moderna, in continua evoluzione: una realtà che ha radici nel passato, ma guarda sempre al futuro. Nel 2017 Camst Group ha ampliato i propri servizi al facility management per offrire ai clienti un servizio completo. Il gruppo ha un fatturato aggregato di 542 milioni di euro, 15 mila dipendenti e 66 milioni di pasti (dati 2020). Per maggiori informazioni: camstgroup.com

D.i.Re

D.i.Re Donne in Rete contro la violenza è l’associazione nazionale che riunisce 84 organizzazioni sul territorio italiano. Queste, a loro volta, gestiscono 111 centri antiviolenza e più di 60 case rifugio, e attraverso le oltre 3.000 operatrici ed esperte, avvocate, psicologhe, educatrici, attiviste e volontarie che vi lavorano affiancano ogni anno 20.000 donne nei loro percorsi di uscita dalla violenza. D.i.Re fa parte della rete europea contro la violenza di genere WAVE, Women Against Violence Europe, e conduce campagne di sensibilizzazione e informazione, corsi di formazione e ricerche, per promuovere il cambiamento culturale necessario a decostuire gli stereotipi e i pregiudizi che alimentano la disparità di potere nella quale è radicata la violenza maschile contro le donne