Borse di studio Pizzigati Minoja, domani venerdì 10 dicembre ultimo giorno per la presentazione delle candidature

4

Palazzo Mercanti_500PIACENZA – È disponibile sul sito web del Comune di Piacenza www.comune.piacenza.it, nonché su quello del Politecnico www.polo-piacenza.polimi.it, il testo integrale del bando per l’assegnazione delle borse di studio “Pizzigati Minoja”, destinate a tre studenti iscritti per l’anno accademico 2021-2022 al Corso di Laurea o Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica, istituito presso la sede cittadina del Politecnico di Milano. Il termine ultimo per presentare la propria candidatura scade domani, venerdì 10 dicembre. Le domande – da indirizzare ai Servizi educativi e formativi del Comune di Piacenza (con sede in viale Beverora 59) riportando sulla busta l’indicazione “Borsa di studio Pizzigati – Minoja, anno accademico 2021/2022” – potranno essere consegnate direttamente presso gli sportelli polifunzionali Quic di viale Beverora 57 nei seguenti orari di apertura: lunedì, martedì e giovedì dalle 8.15 alle 17, mercoledì e venerdì dalle 8.15 alle 13.30, sabato dalle 8.15 alle 12.15. In alternativa, la richiesta di ammissione potrà essere inviata tramite posta elettronica all’indirizzo Pec protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it oppure spedita mediante raccomandata con avviso di ricevimento, con validità data dal timbro comunale di arrivo entro il giorno 10 dicembre, come detto termine ultimo per le candidature.

Le borse di studio, del valore di 6.305,94 euro ciascuna, saranno assegnate sulla base della condizione economica del nucleo familiare, del curriculum di studi, delle esperienze e risultati conseguiti in attività culturali o sociali extrascolastiche.

L’iniziativa è stata istituita nell’anno accademico 1999-2000 in memoria dell’ingegner Augusto Pizzigati, già illustre docente presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna e della signora Camilla Minoja, a seguito del lascito testamentario delle signore Livia ed Enrichetta Pizzigati, e successivo atto di transazione tra gli Eredi e il Comune di Piacenza.