BologninAlive: Programma 25-31 luglio

4

Al Parco di Villa Angeletti si chiude la rassegna di musica, incontri, street food organizzata da Estragon nell’ambito di Bologna Estate

emilia-romagna-news-24BOLOGNA – Ultima settimana di BologninAlive 2021, la rassegna di casa al Parco di Villa Angeletti organizzata da Estragon Club in collaborazione con il Quartiere Navile, e inserita nella programmazione di Bologna Estate.

Negli spazi della rassegna i visitatori troveranno anche il bar, l’enoteca di Estragon e proposte per cenare o spizzicare con la pizza gourmet di Porta Pazienza e le prelibatezze bolognesi e regionali di Ora Come Allora.

L’ingresso a BologninAlive è sempre gratuito.

Per informazioni e aggiornamenti: https://www.facebook.com/bologninalive

IL PROGRAMMA DAL 25 AL 31 LUGLIO

Domenica 25 luglio

Per la rassegna LEGAMI: LINDY TANGEL

Terzo appuntamento con LegAmi, la rassegna di teatro musicale che accoglie quasi settant’anni di storia, accompagnato dalla massima espressione corporea ritrovata nelle danze internazionali, tradizionali e folkloristiche. Un legame che è sempre più a stretto contatto sinergico tra le tre tipologie di forme artistiche: il teatro, la musica e la danza. La rassegna porta in scena tre spettacoli teatrali che vedono sviluppare attraverso questo percorso il bisogno e l’evoluzione della socialità. Domenica 25 luglio l’ultimo appuntamento della rassegna con lo spettacolo: Lindy Tangel.

Gli anni 20, da qui in poi vediamo cosa succede in Europa e nel mondo attraverso la danza e il teatro. Verrà proposta un’opera teatrale scritta da Karl Valentin nei primi anni 20 in Germania, alla quale verrà affiancato il Lindy Hop, primo swing creato negli anni 20 nelle Americhe.

Attori: F. Fuiano e Michele Davalli. Ballerini: Leonardo Galotto e Gosia Aniolkowska.  Regia: F. Fuiano

Per informazioni: acbarrierezero@gmail.com  cell. 329 5413873

Inizio ore 21.15

Martedì 27 luglio

ORGOGLIO FORTITUDO – Musica, video, parole e figurine.

Evento organizzato da Associazione Figurine Forever per presentare 3 nuove figurine solidali legate al mondo Fortitudo. Due a tiratura limitata e numerata sono legate ad altrettanti grandi miti Fortitudo: Gary “Baron” Schull (tiratura limitata e numerata a 300 copie) e Alberto “Toro” Rinaldi nel giorno dei suoi 75 anni (tiratura limitata e numerata a 99 copie). La terza figurina è dedicata a Nico “gola rossa per la Fossa” Royale (tiratura limitata e numerata a 99 copie). Nico, il primo giamaicano alla Fortitudo Basket, sarà presente a BologninAlive per il firmacopia della sua figurina solidale

L’intero ricavato della vendita delle figurine sarà devoluto alla campagna per le adozioni a distanza in Madagascar.

Dalle ore 20.

Mercoledì 28 luglio

FRANCESCO DI BELLA e FOFÒ BRUNO

Francesco Di Bella (Napoli, classe 1972) inizia la sua carriera artistica dando vita nei primi Anni ’90 ai 24 Grana, band antesignana dell’alternative rock italiano, di cui è frontman e principale autore.

Nel 1996 il gruppo firma un contratto discografico con La Canzonetta Records, e pochi mesi dopo l’album “Loop” sorprende positivamente la critica musicale nazionale per la freschezza con cui è in grado di fondere nuovi stili di musica, come il dub e il trip hop, a testi poetici e dalla forte carica sociale. I 24 Grana sono spesso invitati presso emittenti radiofoniche e televisive, la loro popolarità cresce in tutta la penisola e si trovano a condividere il palco con band del calibro di Afterhours, Verdena e Marlene Kuntz. Le performance di Francesco sono coinvolgenti ed energiche, il gruppo spopola nei club, nei centri sociali, tra festival nazionali e non solo, arrivando a suonare in Francia, Spagna, Slovenia, Inghilterra e Giappone.

Francesco Di Bella insieme ai 24 Grana, “‘O Cardillo” scrive ed incide 8 album, di cui due ripresi dal vivo. Contemporaneamente coltiva collaborazioni con i principali artisti della sua città come Bisca, 99 Posse, Almamegretta, ed altri italiani come Marina Rei e Riccardo Sinigallia.

La sua ricerca artistica “alternativa” si traduce, nel 2014, nel primo album da solista “Ballads Café”, un compendio di brani dei suoi anni trascorsi nella band, riletti in una chiave più intimistica e cantautorale, di cui è il testo a farla da protagonista.

Nel 2016 l’album “Nuova Gianturco”, prodotto da Daniele Sinigallia, lo inserisce a pieno titolo nel novero dei cantautori italiani: le 10 canzoni del disco raccontano la sua città tenendo metaforicamente “le spalle al mare”, in un viaggio sonoro dal sapore post-industriale; un album pop, ma dalle persistenti sfumature underground, il cui singolo Tre Nummerielle si aggiudica il Premio Lunezia.

Partecipa, nel 2017, insieme a Vasco Brondi, Dario Brunori, Lo Stato Sociale, Andrea Appino e Max Collini, allo spettacolo Epica Ettica Etnica Pathos, ideato e messo in scena dagli ex membri dei CSI. Dal 2016 Francesco promuove laboratori di songwriting rivolti a giovani autori, esperienza che si sublima nel laboratorio cantautorale e di produzione musicale “Impara a nuotare”, tenutosi per la prima volta a Roma nel 2017, grazie al lavoro di Filippo Gatti, Riccardo Sinigallia, Francesco Motta e Francesco Bianconi.

A fine 2018 esce il suo nuovo disco d’inediti, “‘O Diavolo” a cui fa seguito un lungo tour.

Il 5 giugno 2020 esce in digitale un nuovo singolo scritto a quattro mani con il cantante dei Foja, Dario Sansone “Uno vicino a n’ato”.

Per fine 2020 è prevista la pubblicazione di un best of in vinile (arricchito da un inedito in duetto con Clementino) dei 24 Grana a cui seguirà un breve tour nei club a dicembre. Durante l’estate 2020 continua a portare in giro la sua musica con il progetto “Ballads”, in acustico, affiancato da Alfonso Bruno (alla chitarra).

A metà aprile 2021 è uscito il suo nuovo singolo ‘Coramare’, una canzone che parla della condizione interiore di chi sopravvive ad un’esperienza drammatica, in cui la voce di Francesco Di Bella è accompagnata dalla tromba di Fabrizio Bosso.

Apertura ore 19.00
Inizio concerto ore 21.30

Giovedì 29 luglio

Saluto di fine mandato + live VIOLET NOISE + performance poetico musicale

ore 18:30: Saluto di fine Mandato dal Quartiere Navile. Con il Presidente Daniele Ara.

ore 21:00 Gruppo musicale Violet Noise, cover band rock

ore 22:15 Performance poetico musicale: L'(‘)AT (T) ITUDINE

di e con Vanni Schiavoni, Martina Alberi e Renato Minguzzi.

Venerdì 30 luglio

PARTO DELLE NUVOLE PESANTI

Fondato nel ’90 da Salvatore De Siena, Il Parto delle Nuvole Pesanti ha inciso 12 album, fondendo stili e linguaggi differenti, dall’etno-rock mediterraneo degli esordi, passando per la canzone d’autore fino alla world music. La musica del Parto miscela la tradizione musicale italiana con alti contenuti poetici e influenze world music, dove melodie nascono dall’incontro tra strumenti nuovi e antichi, concedendosi originali sperimentazioni. Energia, poesia, denuncia sociale, innovazione e tradizione, caratterizzano la proposta musicale. A fine 2019 la band è tornata con Sottomondi, il suo tredicesimo album, che racconta un’umanità caleidoscopica e senza voce, fatta di bambini, donne, immigrati ed emarginati, attraverso canzoni e musiche che servono per vivere, resistere e, a volte, cambiare.

Venerdì 30 Luglio lo presenterà dal vivo sul palco di BologninAlive, eseguendo non solo le canzoni del nuovo disco, ma anche i brani storici dei primi album come Onda Calabra, L’imperatore, Riturnella, Lupu, Ciani, e canzoni più recenti come Uomini viaggianti, Giorgio, La nave dei veleni, Crotone, Vento di scirocco.
Con il nuovo album e con canzoni come Niente Ninna per l’uomo ne’, Non sono mai stato socià, Naturaleza viva e L’ignoranza è figa, il Parto cambia ancora direzione e stile, rompe la gabbia della canzone dando spazio a momenti ed invenzioni folli e lisergiche, ironiche e surreali, in cui l’imprevedibilità e il gioco esaltano il piacere dell’ascolto e la voglia di ballare.

Apertura ore 18.00

Concerto ore 21.30

Sabato 31 luglio

In Conversation With …  STUART BRAITHWAITE [MOGWAI]

Tornano i talk di BologninAlive: serate “fra amici”, alla ricerca di un “sentimento” più che di una condizione, fra geografie comuni di un “sentire” profondo, la “Coerenza”.

Passeggiate di pensiero nel parco, in un’atmosfera intima, dove le idee circolano libere. Quest’anno protagonisti non saranno solo gli artisti puri, ma anche quegli “attori di civiltà” che nel corso della “tempesta “che ci ha travolti, anche sotto-traccia, hanno mantenuto il senso dell’orientamento. Seppur si tratti di un piccolo spazio, un polmone nascosto di un quartiere periferico, crediamo sia ancora più prezioso portarvici esseri viventi capaci di “aprire finestre”, esercitare il dubbio, evocare speranze, ispirare. Invitando al pensiero sui focus più eclettici ed eterogenei: l’ambiente, lo stato dell’arte del music business, i sacrifici indispensabili per costruire una carriera… Narrazioni accompagnate da immagini, letture, musica e parole.

Ospite di giovedì 1° luglio giugno sarà Stuart Braithwaite, pluristrumentista, cantante ed autore Scozzese. È il chitarrista e leader dei Mogwai con i quali ha appena pubblicato il decimo album in studio della band “As the Love Continues”, finito per la prima volta nella carriera del gruppo al numero uno delle classifiche UK.

Apertura ore 19.00. Talk ore 21.