Bologna Estate 2024, gli appuntamenti della settimana dal 5 all’11 luglio

0

BOLOGNA – Tra i numerosi appuntamenti del cartellone di Bologna Estate 2024, segnaliamo alcune iniziative nella settimana dal 5 all’11 luglio. A questo link i dettagli:
https://www.bolognaestate.it/home-bolognaestate/bologna-estate-consiglia-7-2024

Dal 5 al 7 luglio, proseguono le serate di San Francesco estate musica e teatro in piazza, il calendario di spettacoli dal venerdì alla domenica a cura di Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale.
Venerdì un appuntamento musicale dedicato a Amy Winehouse – L’amore è un gioco a perdere.
Sabato, torna Bo-noir su uno dei casi di rapimento più misteriosi in Italia, Sparizione – Il caso di Emanuela Orlandi con il giornalista Stefano Tura, gli script di Grazia Verasani e la regia di Riccardo Marchesini. Domenica, il Teatro del Pratello presenta Maman Boxing Club con la Compagnia delle Sibilline della Casa Circondariale di Bologna.

Dal 5 al 7 luglio, Lupo. Montesole resistente: tre giorni di musica, performance, laboratori, incontri e camminate in natura e socialità immersi nel Parco Storico e Naturale di Monte Sole. Live di Giovanni Truppi, Vinicio Capossela Extraliscio e altri artisti.

Venerdì 5 luglio

Alle 21, Ad un passo dalla musica, prima serata della rassegna musicale a Pianoro con Colpo sicuro partyband, che propone un repertorio con i grandi successi musicali dagli anni ‘60 a oggi.

Alle 21, Bandakadabra, live per BOtanique, la rassegna ai Giardini di via Filippo Re. Nata a Torino, la Bandakadabra vanta una frenetica attività live che l’ha portata a esibirsi in tutta Europa e a guadagnarsi una crescente attenzione da parte degli appassionati.

Alle 22, Robot presents: Emmanuelle, Remaster needed, Banderas, al DumBO Summertime 2024

Sabato 6 luglio

Alle 21, Imperial, spettacolo di danza, nell’ambito della rassegna Cuore di Polonia a Teatri di Vita, dedicato al valzer, alla sua potenza evocativa, rivoluzionaria e ‘imperiale’, nell’escalation del piacere della danza e nel riscaldamento dell’immaginazione. Il coreografo Paweł Sakowicz si addentra, con sguardo irriverente e contemporaneo, nella natura scandalosa del valzer, nella sua idea di eguaglianza di classi sociali che prima non erano state autorizzate a incontrarsi sulla pista da ballo. E se il valzer era un modo per cambiare la coscienza, inclusa la coscienza sociale, oggi sostiene fantasie romantiche di eleganza, glamour e lusso.

Alle 21, Roda do careca, per la rassegna di world music Suoni DiMondi, in piazza Lucio Dalla una vera e propria roda de samba brasiliana nello stile tradizionale, con i musicisti seduti attorno al tavolo e il pubblico intorno, ad accompagnare i brani con cori e battiti di mani.

Alle 21.45, Perfect days (Giappone-Germania/2023) di Wim Wenders (123′), all’Arena Puccini

Alle 21.45, Amarcord (Italia/1973) di Federico Fellini (127′). Sotto le stelle del cinema, piazza Maggiore. La partitura di Nino Rota, ricostruita per l’esecuzione dal vivo e diretta da Timothy Brock, sarà eseguita dall’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna.

Fino al 7 luglio, Fuoriconfine festival. I fili della comunicazione. Festival di arti performative teatrali, che ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio culturale della città di Sasso Marconi. Interamente svolto all’interno di Borgo Colle Ameno, è un evento a impatto zero, ecologico e ambientalista e apre le porte a un dialogo con sé e con gli altri: un festival senza barriere, aperto a tutti e gratuito.

Domenica 7 luglio, alle 19.30 e alle 21.30, concerto di Francesco Cavestri, Fienile Fluò. Nell’ambito della rassegna Scena Natura, Francesco Cavestri, giovane artista bolognese, presenta Shades of Blue, un concerto che mescola jazz, elettronica, fusion e hip hop, ispirato dai suoi album IKI – Bellezza Ispiratrice e dalla colonna sonora di Una morte da Mediano. Collabora con artisti del calibro di Paolo Fresu e Cleon Edwards e rende omaggio a icone come Ryuichi Sakamoto e John Coltrane.

Lunedì 8 luglio, alle 21, Galà di arie d’opera, per Pianofortissimo&Talenti, nel chiostro della basilica di Santo Stefano, il concerto dei finalisti della quarta edizione del Concorso Internazionale di canto BIVC: il baritono sudcoreano Ettore Chi Hoon Lee, il controtenore croato Franko Klisović e il soprano russo Anastasia Lerman. Ad accompagnarli, al pianoforte, Nicoletta Conti.

Martedì 9 luglio

Alle 21, Lella Costa legge rime rimbambine, di Bruno Tognolini (Gallucci editore). Un albo poetico per grandi, piccoli e anziani, da leggere insieme per ricordare ai vecchi di quando erano bambini e ai bambini quando saranno vecchi. Per la rassegna Giorni perfetti di Mismaonda.

Alle 21, Mo Sóppa che Spetâcuel! alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris in via Gaist 6.

Alle 21.15, Gran serata orfeonica, con Olga Durano e Andrea Trombini, al pianoforte Michele della Valentina. Visto il successo di pubblico e critica dell’edizione 2023 ritorna, a grande richiesta, la Gran serata Orfeonica in via Brocchindosso. Un varietà scoppiettante, ricco di canzoni, scenette e sorprese.

Alle 21.30, Scalare la montagna incantata. La compagnia archivio zeta sta lavorando da tre anni alla messa in scena del romanzo di Thomas Mann: La montagna incantata in forma di maratona teatrale. Nel Chiostro dell’Arena del Sole presenterà una lettura scenica insieme agli attori e musicisti della compagnia, per condurre il pubblico alla scoperta, o riscoperta, di uno dei più grandi capolavori del ‘900.

Alle 21.45, Lost in translation (USA-Giappone/2003) di Sofia Coppola (102′), Sotto le stelle del cinema, piazza Maggiore.

Mercoledì 10 luglio, alle 20.30, Grandi viaggiatori bolognesi alla scoperta del mondo. Visita guidata al Cimitero Monumentale della Certosa. Chi furono i bolognesi che decisero di viaggiare all’estero, quando partire per un viaggio non assicurava il ritorno a casa? Avventurieri, botanici, archeologi, cacciatori, prigionieri di guerra furono in tanti a lasciare la città ai piedi dei colli per lo spirito di avventura, per la fama e per la scienza.

Dall’11 al 18 luglio, Zolive. Una piazza per suonare. Un progetto di animazione della piazza principale del Comune di Zola Predosa, dove suonare per e con i giovani. Cinque appuntamenti di musica, festa e divertimento che diventano occasioni di incontro e opportunità di scambio.

Dall’11 al 14 luglio, Plurali maschili. Un festival di genere. Quattro giornate di talk, workshop, presentazioni ed eventi per interrogare specificità, problemi e orizzonti della maschilità, da una prospettiva femminista. Un festival prodotto e curato da Kilowatt e Osservatorio Maschile, nell’ambito della rassegna Le Serre d’Estate alle Serre dei Giardini Margherita a Bologna.

Dall’11 al 14 luglio, Breve, laboratorio, condivisione, azione partecipata: confezione di manufatti con tecniche di tessitura, filatura, scrittura e tintura con Giuseppe Mongiello. Il breve è un oggetto personale, composto da una tela e, cucito o sigillato al suo interno, un biglietto-foglietto contenente una frase o una massima scritta a mano e/o altri piccoli materiali di particolare significato. Nell’ambito de La Campeggia FS_Fare Spazio, al parco del Paleotto.

Giovedì 11 luglio

Alle 21, Franco Arminio. Elogio della lentezza. Nell’ambito della rassegna Giorni perfetti, a villa Bernaroli, Franco Arminio farà un ‘Elogio della lentezza’ leggendo alcune delle poesie in cui ha teorizzato la paesologia, l’andare a zonzo per paesi abbandonati per abitarli con il proprio spirito, fuggendo dalla città e dal progresso, prestando attenzione alle piccole cose.

Alle 21.15, Pulse percussion duo, Mattia Grassi e Pierfrancesco Semeraro in un concerto in collaborazione con il Conservatorio Martini di Bologna. Un duo dallo stile accattivante e inconfondibile e dalla finissima intesa, in grado di catturare l’attenzione dell’ascoltatore e trasportarlo in un viaggio sonoro senza precedenti, attraverso un’esplosione di energia mischiata ad uno spruzzo di fantasia e curiosità. Nell’ambito di Attorno al Museo – Spettacoli, concerti, performance ed eventi al Museo per la Memoria di Ustica. Al parco della Zucca.