Bar del teatro Storchi a Modena: bando per la gestione

municipioSarà affidata per sei anni, domande entro il 3 settembre. Selezione al rialzo: si parte da un canone annuo di 14 mila euro

MODENA – La gestione del bar collocato all’interno del teatro Storchi a Modena, con servizio rivolto sia ai frequentatori degli spettacoli sia al pubblico esterno, verrà affidata dal Comune sulla base di un avviso pubblico per la concessione in uso. Il canone annuo a base di gara è di 14 mila euro, le offerte devono essere al rialzo. La concessione sarà di sei anni, rinnovabili se ci sarà l’accordo tra le parti. Le domande devono essere presentate entro lunedì 3 settembre alle ore 13. Il bando è pubblicato sul sito del Comune di Modena: www.comune.modena.it.

La concessione riguarda la gestione del servizio negli spazi previsti nell’edificio del Teatro, con una superficie catastale di 114 metri quadri. E’ possibile effettuare sopralluoghi nei locali. Le richieste di chiarimenti e informazioni devono essere inviate entro il 2 agosto all’indirizzo Pec politichepatrimoniali@cert.comune.modena.it.

La domanda di partecipazione al bando può essere presentata da imprese o gruppi di operatori impegnati a costituire una società tra di loro a condizione di possedere i requisiti per l’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande e di aver gestito esercizi di somministrazione per almeno cinque anni, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni. E ovviamente devono trovarsi nelle condizioni giuridiche e amministrative per poter ottenere una concessione dal Comune.

La precedente concessione è stata revocata dal Comune nei giorni scorsi per la morosità del concessionario e per l’inadempienza contrattuale, visto che già da aprile aveva cessato l’attività privando il teatro del servizio.

Lo schema di concessione, infatti, prevede che il bar debba essere aperto in base sia alle esigenze dei frequentatori del Teatro Storchi, sia alle attività ricreative e culturali programmate dal Comune di Modena o da altri soggetti interessati. In particolare, l’apertura deve essere assicurata in coincidenza con il calendario delle attività teatrali di Ert e degli altri spettacoli con apertura almeno tre ore prima dell’inizio della manifestazione e chiusura non prima del termine dello spettacolo. Sono previsti orari definiti anche in coincidenza con le attività di montaggio degli spettacoli e in occasione delle prove. Nello schema di concessione si precisano anche le garanzie richieste rispetto alla qualità dei generi di consumo e ai prezzi, che non devono essere superiori alla media di quelli praticati negli altri esercizi cittadini.