Atlante architetture del Novecento, 24 nuove schede online

20

Sul sito www.cittasostenibile.it nuovi documenti su edifici e spazi pubblici modenesi

MODENA – Ventiquattro nuove schede storico-critiche di edifici e spazi pubblici modenesi pubblicate sul sito web www.cittasostenibile.it a cura dell’Ufficio Ricerche e Documentazione sulla storia urbana del Comune di Modena, assessorato alla Cultura.

Integrano la versione online degli Atlanti delle architetture del Novecento di Modena pubblicati nei volumi “Città e architetture” e “Città e architetture industriali”. Si tratta di esempi di edifici della città storica del Novecento e di altri realizzati nella seconda metà del secolo scorso, selezionati per il valore formale dei progetti e il significato che le opere assumono nella formazione della città e del suo paesaggio, in termini urbanistici, culturali, storici, economici, sociali e di linguaggio architettonico.

Con l’aggiornamento salgono a circa 180 le opere urbanistiche e architettoniche che segnano la città contemporanea e il suo territorio consultabili in rete, commentate e documentate con riferimenti storici e immagini. Si è integrata la parte relativa alle costruzioni dei primi decenni del secolo scorso, che molto dicono non solo del primo sviluppo urbano e dei suoi segni più salienti, ma anche di una società che stava rapidamente e profondamente cambiando, e costituiscono oggi la parte consolidata e riconosciuta del tessuto della “nuova città storica”. Sono poi presenti edifici e spazi emblematici, progettati nella seconda metà del XX secolo, significativi per la ricerca progettuale e il tentativo di innovare il paesaggio urbano modenese contemporaneo.

Il progetto di schedatura di architetture e spazio urbano del Novecento è concepito in progress e l’ulteriore attività di ricerca potrà, in futuro, consentire una nuova selezione di progetti coerenti con l’esigenza di documentazione e informazione culturale di un lavoro decennale.

“Con le nuove schede – sottolinea l’assessore alla Cultura Andrea Bortolamasi – si conferma l’impegno a offrire elementi di conoscenza della città e delle sue trasformazioni come fondamentale fatto culturale, che ha portato alla pubblicazione online della Mappa digitale delle architetture del ‘900, accessibile anche da smartphone da www.cittasostenibile.it e del documentario su ‘Franca Stagi architetto della città’, che ha superato mille visualizzazioni”.

Per informazioni: tel. 059 2032792 (citta.sostenibili@comune.modena.it).

Foto 1: Sede Banca Popolare di Modena -BPER- 1919

Foto 2: Cimitero Israelitico di San Cataldo 1903

Foto 3: Villa Manzini. Progetto Emilio Giorgi 1920