“Anziano Fragile”: cinque video a sostegno della fragilità

27

I video realizzati per documentare alcune delle “buone pratiche” emerse dal monitoraggio dei servizi sanitari e socio-assistenziali dedicati agli anziani

ParmaPARMA – Nell’ambito del progetto nazionale “Anziano Fragile: verso un Welfare comunitario”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Avviso 1/2017), Confconsumatori e ANCeSCAO hanno realizzato cinque video per documentare altrettante “buone pratiche” – ossia esperienze particolarmente interessanti ed efficaci – attive nel territorio italiano in tema di inclusione, assistenza e cura degli anziani, specie se con disturbi cognitivi o demenza: buone pratiche che certo rappresentano solo una parte dei tanti esempi virtuosi a sostegno della fragilità emersi nel nostro Paese, sia tra i servizi di natura sanitaria che Socio-assistenziale.

I video dovevano essere presentati ufficialmente in occasione del convegno finale del progetto, in programma il 29 febbraio 2020 a Parma, ma annullato in virtù delle norme sanitarie emanate per la prevenzione e il contenimento del Covid-19. Nella convinzione che le buone pratiche di assistenza e cura documentate nei video raccontino alcuni degli esempi delle tante forme di aiuto e collaborazione sempre attuali presenti in tutta Italia, abbiamo deciso di divulgare queste esperienze positive, anche se il momento storico è ancora particolarmente difficile, per rendere merito altresì alle tante persone che ogni giorno lavorano e si impegnano affinché queste attività, e tante altre, possano continuare a realizzarsi, offrendo così un aiuto concreto ai tanti anziani fragili e alle loro famiglie.

Le cinque esperienze virtuose sono state individuate nella prima parte del progetto, in cui collaboratori e volontari delle due associazioni di promozione sociale hanno realizzato un monitoraggio nei propri territori, coprendo 22 province in 17 regioni, chiedendo la collaborazione di ASL, Comuni, realtà associative che si occupano di fragilità, associazioni di famigliari e Parrocchie. A conclusione del monitoraggio, il Comitato scientifico ha selezionato, tra le diverse censite, cinque “best practice”, che mettono in risalto ognuna aspetti diversi di prevenzione, inclusione e cura.

  • Progetto Giorni a Colori, Mira (VE).
    Messaggio: aiuto concreto e materiale alle famiglie;
  • Città amica delle persone con demenza, Abbiategrasso (MI)
    Messaggio: la necessità di informare e coinvolgere le comunità.
  • Ortoterapia, Bologna.
    Messaggio: inclusione attiva e operativa dell’anziano, socialità;
  • Atelier Alzheimer e Musei per l’Alzheimer, Toscana.
    Messaggio: i benefici degli stimoli culturali sui malati e le famiglie;
  • “Sistema” integrato tra sanitario e socio-assistenziale, Modena.
    Messaggio: i servizi devono dialogare tra loro.

I video rappresentano “spunti di discussione” e confronto tra gli addetti ai lavori in occasione di specifici incontri (Focus Group) organizzati per agevolare ricerca e sperimentazione in territori diversi di modelli sempre più efficaci in tema di gestione degli anziani e dei malati di demenza. L’intento con cui sono stati realizzati i video è anche quello di accrescere la sensibilità di tutte le fasce di cittadini sul tema della fragilità negli anziani, divulgando presso un pubblico più ampio possibile l’esistenza delle stesse best practice.

Per approfondire e visualizzare i video, vai alle sezioni dedicate dei siti di Confconsumatori e ANCeSCAO.