All’Ariostea due nuovi cicli di incontri per approfondire i linguaggi e i maestri della conoscenza

Al via il 17 gennaio nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea le conferenze 2019 a cura di Istituto Gramsci e Istituto di Storia Contemporanea

FERRARA – Da un lato la lingua e i vari linguaggi espressivi e di comunicazione e dall’altro le lezioni dei grandi maestri di saggezza e conoscenza. Sono due gli itinerari di approfondimento che, con altrettanti altrettanti cicli di incontri alla biblioteca Ariostea, si snoderanno lungo tutto il 2019 per iniziativa dell’Istituto Gramsci e dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara. A fare da cornice a tutte le conferenze, con protagonisti noti studiosi ed esperti, sarà ancora una volta la sala Agnelli della biblioteca comunale di via Scienze 17 a Ferrara, dove domani, giovedì 17 gennaio alle 17 prenderà il via il ciclo ‘I colori della conoscenza. La lingua e i linguaggi’, mentre venerdì 25 gennaio alle 17 si terrà il primo incontro della rassegna ‘Maestri’.

I temi e i programmi delle due rassegne sono stati illustrati nel dettaglio ieri mattina in conferenza stampa da Fiorenzo Baratelli e Roberto Cassoli dell’Istituto Gramsci, assieme alla direttrice dell’Istituto di Storia Contemporanea Anna Quarzi. Presente anche il vicesindaco e assessore comunale alla Cultura Massimo Maisto che ha rivolto ai promotori il ringraziamento dell’Amministrazione comunale per aver organizzato anche quest’anno “due cicli di incontri che rispondono alla nostra idea delle biblioteche come piazze del dibattito. In un momento in cui – ha sottolineato poi Maisto – sempre più forte è la presenza di un tipo di comunicazione dominata dai social, se non vogliamo che tutto sia rumore è importante prenderci dei momenti per riflettere e approfondire, grazie anche a iniziative come quelle proposte all’Ariostea”.

“Per l’ottavo anno – ha ricordato Anna Quarzi – i due Istituti cittadini hanno confermato la loro collaborazione per offrire ai ferraresi occasioni di riflessione su diversi temi legati alla storia e all’attualità, avvalendosi di valenti studiosi”.

“Per il ciclo sui maestri – ha precisato Fiorenzo Baratelli – abbiamo innanzitutto considerato la figura del maestro come di colui che offre strumenti per mettere in crisi i sistemi di pensiero chiusi ed è capace di trasmettere passione per la ricerca della verità, creando attorno a sé uno spazio permanentemente fertile. Tra le innumerevoli figure di maestri esistenti ne abbiamo scelte alcune dell’antichità e altre più contemporanee”.

“Per il ciclo ‘I colori della conoscenza’ – ha spiegato Roberto Cassoli – quest’anno abbiamo scelto il tema della lingua poiché mai come oggi appare necessaria una padronanza della lingua e dei diversi linguaggi, visti anche come strumenti fondamentali per avere accesso ai propri diritti e per creare una società più giusta e democratica”.

LE SCHEDE E I PROGRAMMI (a cura degli organizzatori)

I COLORI DELLA CONOSCENZA
La lingua e i linguaggi
Ciclo di incontri 2019 a cura dell’Istituto Gramsci e dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara
Biblioteca Comunale Ariostea – Sala Agnelli, via Scienze, 17 – Ferrara

PROGRAMMA:

17 gennaio 2019 ore 17-19
Presentazione del ciclo di incontri/laboratori didattici e conferenza di Maura Franchi
Dopo il saluto del Vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto, la responsabile della rassegna Daniela Cappagli presenterà il programma annuale.
Il ciclo ha come tema centrale la lingua e i vari linguaggi espressivi e di comunicazione, nella consapevolezza che una padronanza corretta della lingua e dei vari linguaggi arricchisca le capacità comuni di comprensione e intelligenza, necessarie per costruire un rapporto attivo con la società e con questo vasto mondo. Un percorso, indirizzato ai docenti e a tutti i cittadini interessati, che propone inizialmente, una riflessione sull’opera di importanti linguisti quali Lev S.Vygotskij, Ludwig Wittgenstein e Tullio de Mauro; il ciclo si inoltra poi nella indagine culturale e psicologica dell’uso delle ‘parole’ nella scuola, nel sociale, nel mondo del lavoro, nell’ambito del web. Anche la lingua delle leggi, soprattutto quelle importanti e innovative del passato, saranno oggetto di discussione e riflessione in una Tavola Rotonda. Infine, verranno realizzati tre Laboratori didattici che condurranno a indagare più a fondo la lingua delle emozioni, la non-lingua del razzismo e dell’intolleranza e infine le parole della storia quale esperienza del passato per costruire un mondo migliore.
Seguirà: “Educare nel tempo delle soggettività” conferenza di Maura Franchi – Sociologa Docente Università di Parma.
Il tema dell’istruzione appare sempre più chiaramente come il crocevia di molte questioni che attraversano il nostro presente. Si avverte la necessità di affermare l’imprescindibile centralità della scuola e la necessità di un nuovo punto di equilibrio tra istruzione di massa e qualità della stessa.
Diventa urgente domandarsi se, a causa dell’incertezza diffusa, della paura, dell’acuta sensazione di una società investita da cambiamenti continui, non stai nascendo il bisogno di dare maggiore consistenza all’individualità, di fornire punti di orientamento meno vaghi di quelli espressi dal trionfo della soggettività, in sostanza l’esigenza di un’idea formativa che faccia perno su un più costante, coerente e vigile senso di responsabilità personale e collettivo.

Le parole e il pensiero

31 gennaio 2019 ore 17-19
LEV S. VYGOTSKIJ: LE VIE DELL’UOMO VERSO LA LIBERTÀ E L’INDIVIDUALITÀ
Giovanni Fioravanti – Dirigente Scolastico
Introduce Nicola Alessandrini

7 febbraio 2019 ore 17-19
TULLIO DE MAURO E L’EDUCAZIONE LINGUISTICA DEMOCRATICA
Daniela Cappagli – Insegnante
Introduce Roberto Cassoli

21 febbraio 2019 ore 17-19
I LIMITI DEL MIO LINGUAGGIO SONO I LIMITI DEL MIO MONDO
Nicola Alessandrini – Insegnante
Introduce Sandra Carli Ballola

Le parole e i segni

7 marzo 2019 ore 17-19
LA MAGIA DELLE PAROLE
Mauro Presini – Insegnante
Introduce Roberto Cassoli

28 marzo 2019 ore 17-19
LE PAROLE DEL BENESSERE
Chiara Baratelli – Psicoanalista
Introduce Antonio Moschi

4 aprile 2019 ore 16.30- 19
– Tavola rotonda – DAL 1969 al 2019: SCUOLA E UNIVERSITA’ – IL LINGUAGGIO DELLE RIFORME
Introduce Cristina Corazzari, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ferrara
Intervengono Maura Franchi, Daniele Civolani, Antonio Moschi e Mauro Presin
Coordina Daniela Cappagli

29 aprile 2019 ore 17-19
IL PENSIERO CREATIVO COME NUOVA SFIDA ALLA SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE
Cinzia Carantoni – Wasp Project Management
Introduce Daniela Cappagli

Laboratori didattici
presso ISCO (Istituto di Storia Contemporanea) – Vicolo Santo Spirito, 11 – Ferrara

25 febbraio 2019 ore 17-19
QUANDO MANCANO LE PAROLE
Chiara Baratelli – Psicoanalista

18 marzo 2019 ore 17-19
RIFLESSIONI SU ‘L’ELOGIO DELLA MITEZZA’ IN NORBERTO BOBBIO
Fiorenzo Baratelli – Direttore Istituto Gramsci di Ferrara

8 aprile 2019 ore 17-19
LE PAROLE DELLA STORIA
Davide Pizzotti – Insegnante

Gli incontri hanno valore legale di corso di formazione -aggiornamento ai sensi del DM prot. n. 802 del 19/6/2001, DM prot. n. 10962 dell’ 8/6/2005.
Ai docenti iscritti (iscrizione € 10 presso ISCO) verrà rilasciato attestato di frequenza e agli studenti iscritti attestato per accedere al credito formativo.
Coordinatrice Responsabile del Ciclo di incontri: Daniela Cappagli
info: gramsciferrara@gmail.com istitutostoria.ferrara@gmail.com

MAESTRo ai “Maestri”. Dialogo tra Federico Varese e Goffredo Fofi.  I

Ciclo di incontri 2019 a cura dell’Istituto Gramsci e dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara
Biblioteca Comunale Ariostea – Sala Agnelli, via Scienze, 17 – Ferrara

La chiacchiera dominante fa crescere la domanda di ‘Maestri’. Il ciclo del 2019 sarà dedicato ad un percorso che, dagli antichi ai contemporanei, ci metterà a confronto con la lezione di grandi maestri di saggezza e conoscenza. Mettersi in ascolto di testi classici può essere importante per evitare sia di essere inghiottiti dal passato in modo acritico e passivo, sia per superare un’idea di libertà sradicata e delirante rispetto all’eredità di cui ognuno deve farsi carico dei beni della cultura e della sapienza.

PROGRAMMA (tutti gli incontri avranno inizio alle 17):

Venerdì 25 gennaio:
– Saluto del sindaco: Tiziano Tagliani
– Presentazione del programma: Fiorenzo Baratelli
– “Maestro, dove abiti?” Testi a cura di Piero Stefani, letture di Magda Iazzetta. Musiche di W. A. Mozart e J. S. Bach, violinista Lucilla Rose Mariotti
Coordina: Anna Quarzi

Venerdì 15 febbraio:
Lectio magistralis di Ivano Dionigi: “Lucrezio, il maestro senza discepoli”. Presentazione: Antonio Moschi.

Venerdì 15 marzo:
“I discepoli e le discepole di Gesù” Dialogo tra Piero Stefani e Silvia Zanconato (teologa e biblista). Coordina: Francesco Lavezzi.

Venerdì 12 aprile:
“Seneca filosofo, maestro di interiorità” Claudio Cazzola. Presentazione: Davide Nanni.

Mercoledì 8 maggio:
“Rita Levi Montalcini, una vita per la conoscenza” Cristiana Pulcinelli. Presentazione: Lina Pavanelli

Giovedì 23 maggio:
“Baruch Spinoza: il maestro della necessità e il pensiero come cristallo” Nicola Alessandrini e Cinzia Carantoni.

Venerdì 13 settembre:
“Adriano Olivetti” Paolo Veronesi. Presentazione: Tito Cuoghi

Venerdì 20 settembre:
“Benedetto Croce, maestro di libertà” Maurizio Villani. Presentazione: Roberto Cassoli.

Venerdì 11 ottobre:
“Natalia Ginzburg, la corsara” Conversazione con Sandra Petrignani a cura di Manuela Paltrinieri.

Venerdì 8 novembre:
“Emmanuel Lévinas e Monsieur Chouchani: tra filosofia e Talmud” Giuliano Sansonetti e Piero Stefani.

Venerdì 22 novembre:
Conclusione del ciclo dedicato ai “Maestri”. Dialogo tra Federico Varese e Goffredo Fofi.