All’Adriatico la seconda della CRZ zona cinque

62
Musiari foto di ACI Sport

Sterrati marchigiani in vista per Collecchio Corse, al via con Arati e Pregheffi in Coppa Rally ACI Sport mentre la Musiari affiancherà il sammarinese Vagnini nel Raceday

FELINO (PR) – La Coppa Rally ACI Sport di quinta zona si appresta a cambiare fondo e, dopo gli insidiosi asfalti sammarinesi, si passerà ad uno degli sterrati più apprezzati a livello tricolore, quello del Rally Adriatico in programma per il 20 e 21 di Maggio.

A darsi appuntamento ad Urbino, vestendo i colori di Collecchio Corse, saranno due protagonisti della CRZ emiliana e romagnola, ad iniziare da un Mauro Arati che, reduce dalla vittoria siglata all’ombra del Monte Titano tra le duemila produzione, scenderà in campo con il chiaro intento di raccogliere punti preziosi per la rincorsa alla finale nazionale di Cassino.

Il pilota di Toano tornerà in coppia con Andrea Musolesi, sempre a bordo di una Renault Clio RS gruppo N, fornita da Due Emme Motorsport e sostenuta da MJM Racing Team.

“Non avendo alcun tipo di esperienza sulla terra” – racconta Arati – “la nostra presenza all’Adriatico sarà incentrata su un solo obiettivo, quello di arrivare alla fine. Ci presentiamo da leader di N3 in zona, dopo la vittoria al Bianco Azzurro, quindi cercheremo di sfruttare al meglio questa situazione per gestire una gara dalla quale vogliamo ottenere soltanto dei punti buoni. Pur correndo con la stessa tipologia di vettura questa volta andremo a noleggio, trattandosi di una gara su terra, quindi ci auguriamo di poter essere competitivi, nonostante l’incognita.”

Agevolato dall’essere stato l’unico partente a San Marino, tra le RSTB16, la presenza di Milo Pregheffi, in coppia con Anita Lamberti Zanardi sulla Mini Cooper Racing Start di Autotech, si tramuterà in un’interessante occasione per fare esperienza su un fondo a lui del tutto inedito.

Il pilota di Felino, al comando della provvisoria in CRZ di zona cinque, confida nell’arrivo di nuovi avversari che possano stimolarlo a crescere nella due giorni a tutta polvere.

“Sarà la prima volta, per noi e per il team, sulla terra” – racconta Pregheffi – “quindi l’obiettivo sarà quello di cercare di fare bene ma soprattutto di evitare danni. Portare a casa punti per il campionato sarà imperativo ma ci auguriamo di non essere da soli, anche questa volta. Ci troveremo in mezzo a gente che cammina su questo fondo e speriamo di fare bene.”

L’Adriatico sarà valevole anche per il Campionato Italiano Rally Terra e per il challenge Raceday Rally Terra, portando in zona i migliori interpreti nazionali di questa tipologia di fondo.

Tra chi ambirà ad un posto al sole sarà anche la giovane Martina Musiari, ventiquattrenne navigatrice in rampa di lancio che, in questo inizio di 2023 conta già dieci presenze tra i big.

Al fianco di Antonio Rusce, su una Skoda Fabia Rally2 Evo di Erreffe Rally Team, sono giunti un undicesimo assoluto al Rally Regione Piemonte ed un decimo alla Targa Florio, in chiave Campionato Italiano Assoluto Rally, ai quali aggiungere il settimo al Rally Elba, targato IRC.

Per lei una nuova sfida, quella di tornare ad affiancare una vecchia volpe del rallysmo tricolore come Jader Vagnini, proseguendo il cammino di crescita sulla Skoda Fabia Rally2.