Alla Terramara storie di allevamento e alimentazione

14
Modena, Palazzo Comunale

Domenica 29 maggio, al Parco archeologico di Montale, “Indovina chi… è venuto a cena”, il divertente appuntamento sull’archeozoologia con quiz per i bambini

MODENA – Domenica 29 maggio torna alla Terramara “Indovina chi… è venuto a cena?!” l’appuntamento con l’archeozoologia, la disciplina che studia il rapporto tra uomo e animali e come questo si è evoluto nel tempo, tracciando una storia dell’allevamento e dell’alimentazione.

Nel corso delle visite guidate, che cominciano alle 9.30, Elena Maini, archeozoologa dell’Università La Sapienza, e Fabio Fiori, dottorando dell’Università di Bologna, ricostruiscono la storia dell’alimentazione con una presentazione esauriente e divertente, che si adatta a diversi tipi di pubblico. I due studiosi daranno dimostrazioni di come sia effettivamente possibile, attraverso lo studio delle ossa, riconoscere gli animali allevati nelle terramare e ricostruire le tecniche di macellazione e di preparazione di prodotti primari, come la carne, e secondari, come i latticini.

Bambini e ragazzi potranno poi partecipare a un coinvolgente quiz a premi che esplora i metodi di conservazione del cibo nel passato (consigliato dai 6 ai 13 anni).

Il Parco è aperto dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30 (ultimi ingressi alle 11.45 e alle 17.30). Le visite sono guidate, con partenza ogni 45 minuti dalle 9.30. Il biglietto d’ingresso, esclusa la prima domenica di ogni mese, costa 7 euro (ridotto 5 euro, gratuito fino a 5 e oltre i 65 anni). Presentando la Fidelity card del Parco di Montale, il costo del biglietto è ridotto del 50 per cento. Presentando il biglietto del MuSa, Museo della salumeria, l’ingresso al Parco è ridotto a 5 euro. Per informazioni e prenotazioni: 335 8136948 (dalle 9 alle 13, dal lunedì al venerdì); 059 532020 (negli orari di apertura del Parco); mail: museo@parcomontale.it (assicurandosi di ricevere conferma per le prenotazioni); app ioPrenoto.

Il Parco sarà aperto tutte le domeniche e i giorni festivi fino al 19 giugno.