Alla Terramara si realizzano punte di freccia in selce

5
schegge di selce-nicola dal santo

Domenica 24 ottobre, dalle 9.30, “Schegge di selce” la visita guidata con laboratorio sulle tecniche usate nell’età del bronzo. Ingresso con Green pass

MODENA – Un piccolo laboratorio per fabbricare vere e proprie frecce con rami in nocciolo per l’asta, punte scheggiate in selce, fibre vegetali per la legatura e una colla “preistorica” a base di resina naturale. Si può fare domenica 24 ottobre, al Parco archeologico della Terramara di Montale nell’ambito della visita tematica “Schegge di selce”, guidata da Nicola Dal Santo, esperto nella lavorazione della selce nella preistoria.

La visita propone al pubblico dimostrazioni di scheggiatura della pietra secondo le tecniche in uso nell’età del bronzo. Basandosi sulle scoperte avvenute a Montale e in altri siti limitrofi, le dimostrazioni si concentreranno in particolare sulla realizzazione di punte di freccia e lame di falcetto che venivano probabilmente fabbricate nello stesso luogo di estrazione della materia prima, i Monti Lessini, per giungere poi in area terramaricola sotto forma di prodotti finiti.

La visita si concluderà, appunto, con il laboratorio che insegna a bambini e ragazzi a realizzare frecce preistoriche.

Il parco della Terramara, che sarà visitabile fino all’1 novembre, è aperto tutte le domeniche dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30. Le visite guidate partono ogni 45 minuti (ultimi ingressi alle 11.45 e alle 17.30) e si consiglia di prenotarsi. Per garantire una visita in sicurezza per tutti, è necessario esibire il Green pass, in formato digitale o cartaceo.

Il costo del biglietto intero è di 7 euro; il ridotto (dai 6 ai 13 anni) costa 5 euro; l’ingresso è gratuito fino a 5 anni e dai 65 anni ed è previsto uno sconto del 50 per cento per i possessori della fidelity card del Parco e l’ingresso ridotto se si presenta il biglietto del MuSa-Museo della salumeria.

Per informazioni e prenotazioni si può telefonare al numero 335 8136948 e allo 059 532020, in questo caso chiamando negli orari di apertura; o scrivere al Parco (museo@parcomontale.it) assicurandosi di ricevere conferma. Scaricando l’App io Prenoto è possibile prenotare la visita online.

I programmi delle iniziative del Parco si trovano anche sul sito (www.parcomontale.it) e sulla pagina Facebook parcomontale.