Alimenti, sostenibilità e biotecnologie: SITEIA.PARMA e Wageningen University studiano i consumatori

52

Nell’ambito di Horizon 2020 – Progetto SIMBA. Obiettivo della ricerca: valutare la propensione all’acquisto di prodotti più sostenibili e salubri grazie all’applicazione di innovative biotecnologie in agricoltura

PARMA – Il Centro SITEIA.PARMA dell’Università di Parma, con il Business Economics Group della Wageningen University e altri partner, ha recentemente lanciato una ricerca sull’interesse dei consumatori nei confronti di prodotti alimentari realizzati grazie ad alcune innovative biotecnologie.

L’obiettivo dello studio è rendere la produzione alimentare più sostenibile e i prodotti alimentari più salubri. L’indagine si svolge nel quadro del progetto SIMBA, finanziato dal programma Horizon2020 della Commissione Europea, coordinato per SITEIA.PARMA da Nelson Marmiroli, professore emerito dell’Ateneo, e da Elena Maestri, docente del Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale.

La ricerca (Alimenti “innovativi” salubri e sostenibili, li acquisteresti?) s’incentrerà sugli esiti di questionari predisposti ad hoc. Le risposte ai questionari aiuteranno i ricercatori a identificare i rischi percepiti, i motivi che influiscono sulle scelte e gli atteggiamenti dei consumatori nei confronti della produzione alimentare.

Due i questionari:

biotecnologie, sostenibilità e prodotti a base di frumento (https://wur.az1.qualtrics.com/jfe/form/SV_9MgPAr28fRuTucZ)
biotecnologie, sostenibilità e prodotti a base di pomodoro (https://wur.az1.qualtrics.com/jfe/form/SV_1YRjBFRrJ1ML9iZ?Q_Language=IT)

La promozione dello studio è supportata dal Tecnopolo di Parma (UO Ricerca e Trasferimento Tecnologico), a cui SITEIA.PARMA afferisce insieme agli altri Centri interdipartimentali di ricerca dell’Ateneo accreditati dalla Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna.

Per informazioni: elena.maestri@unipr.it