Al via l’iter di approvazione del bilancio per il triennio 2018-2019

Comune di RiccioneRICCIONE (RN) – La giunta comunale ha approvato lo schema di bilancio di previsione 2018/2020, fissando la seduta consiliare per l’approvazione il 28 dicembre. Il principale documento di programmazione finanziaria dell’ente inizierà pertanto la prossima settimana l’iter amministrativo con la discussione nelle varie commissioni consiliari e verrà approvato entro l’anno.

“Si tratta di un obiettivo ambizioso e fondamentale per la corretta programmazione delle risorse – dichiara il sindaco Renata Tosi che tra l’altro ci permetterà di usufruire di una serie di bonus statali riservati agli enti virtuosi che consentiranno di migliorare ulteriormente il bilancio”.

Molte le novità. Quello del Comune di Riccione è un bilancio che muove oltre 160 milioni di euro in entrata ed altrettanti in spesa. Le entrate tributarie ammontano a 46.888.700 euro. In questi mesi è stata ridotta decisamente la pressione fiscale, con l’abolizione dell’addizionale Irpef, la riduzione ulteriore della Tari dell’1% – grazie all’aumento dei contributi derivanti dalla lotta all’evasione fiscale – la riduzione delle tariffe dei passi e accessi carrai previste dal Commissario nel 2017. Verrà potenziata ancora la lotta all’evasione fiscale con ogni strumento a disposizione, dalla riscossione coattiva diretta all’utilizzo delle società in house su progetti specifici di recupero.

Quanto al “Durc locale”, che possa riguardare anche il pagamento dei tributi comunali, il Comune già l’anno scorso aveva avviato un dialogo con la Regione per implementare possibili procedure, che verranno approntate nel 2018.

Al fine di un ragionamento complessivo sul documento principale di programmazione, è intenzione dell’amministrazione comunale convocare a breve gli operatori economici per istituire un tavolo di confronto finalizzato agli aspetti finanziari delle politiche turistiche e di marketing territoriale, a partire dalla pianificazione annuale degli eventi.

“Il brand Riccione per il suo posizionamento, per mantenere e accrescere ancora il suo appeal e l’immagine della destinazione, richiede impegno costante e investimenti importanti, per la qualità urbana, dei servizi e degli eventi che rendono la città vivace e attrattiva tutto l’anno – afferma il sindaco. Per questo, nel caso di mancate nuove entrate da destinare in particolare al palinsesto eventi, a partire dal 1° marzo sarà introdotto in via sperimentale un aumento contenuto dell’imposta di soggiorno”.

Il sistema ipotizzato sarà sperimentale e potrà essere rivisto nel corso dell’anno .

Proseguendo sull’impostazione del documento di bilancio, si segnala inoltre il mantenimento di tutti i progetti legati ai sevizi sociali nonostante gli ingenti tagli operati dagli enti sovraordinati.

E’ stata ridotta la spesa corrente, oggi pari a 60.409.851,80 euro, con tagli per oltre un milione di euro su commissioni, consulenze, costi del personale, spese di funzionamento.

Il Dup contiene altresì un’importante previsione riguardo al fabbisogno di personale, con immissione in ruolo di nuove unità in coerenza con le facoltà assunzionali dell’ente e l’avvio delle procedure di stabilizzazione per un numero significativo di persone, tanto da poter parlare di cambio generazionale.

Ambizioso il piano triennale degli investimenti che conta oltre 16 milioni di euro nel 2018, oltre 20 sia nel 2019 che nel 2020. Fra gli interventi più significativi si ricorda la realizzazione di un percorso storico naturalistico del torrente Marano, il restyling della passeggiata Goethe da piazzale Azzarita al rio Marano, la riqualificazione del mattatoio, la realizzazione del museo del territorio, la manutenzione degli impianti sportivi, la riqualificazione dell’area ex polveriera e di tutti gli assi commerciali.

“Oltre a tutto questo – precisa ancora il sindaco – è un bilancio che sblocca interventi sul sociale e sulla mobilità ma anche gli investimenti, e riflette una politica fiscale nuova, non solo per la previsione di maggiori risorse derivanti dalla lotta all’evasione ma anche perché pone le premesse per riqualificare sia le entrare che le spese e mettere in sicurezza i conti. Colgo l’occasione per ringraziare la giunta e i consiglieri di maggioranza per l’ottimo lavoro svolto in così breve tempo”.

“Esprimo grande soddisfazione per un bilancio sano ed equilibrato – aggiunge l’assessore al bilancio Luigi Santi che riduce ulteriormente le tasse per i riccionesi e destina risorse importanti per investimenti e turismo senza tralasciare il grande sforzo operato per mantenere intatti i fondi destinati alle politiche sociali nonostante i tagli ricevuti”.