Al romanzo Bob Dylan spiegato a una fan di Madonna e dei Queen di Gianluca Morozzi la menzione speciale del premio Nabokov

3

BOLOGNA – La menzione speciale assegnata dal premio letterario Nabokov 2021 andrà al romanzo Bob Dylan spiegato a una fan di Madonna e dei Queen di Gianluca Morozzi, edizioni BookTribu. Alla cerimonia di premiazione, che si terrà il 5 febbraio a Novoli (Lecce), l’autore bolognese riceverà quindi un premio per un romanzo divertente e che ha dimostrato di essere apprezzato dal pubblico. Sullo sfondo Bologna, la città che è protagonista assieme ai giovani Lajos, Betty e l’Orrido, di un romanzo in cui le evocazioni musicali dylaniane arricchiscono una trama originale dove il lettore diventa complice e spettatore della vicenda. La penna di Morozzi, autore di una quarantina di romanzi e di 280 racconti, costruisce un romanzo in cui l’ironia e la riflessione sulle relazioni umane e familiari, offrono al lettore uno spaccato su una generazione di quarantenni alle prese con una educazione sentimentale ancora in divenire. Il protagonista Lajos scopre il giorno di Natale di essere figlio di Bob Dylan, glielo rivela la madre che gli fa anche promettere di non dirlo a nessuno. Una tale notizia non può lasciare indifferenti, perciò Lajos, pur onorando la promessa fatta alla mamma, sarà preso da una ‘monomania’ che lo porterà a parlare in continuazione di Bob Dylan, a creare una band in onore del cantante e a tentare di spiegarne il mito a una fan di Madonna e dei Queen.

Tra i finalisti per la sezione opere edite al premio Nabokov, un altro autore della casa editrice bolognese BookTribu è stato segnalato: Emanuele Tumminelli con il romanzo La settima costola è tra gli undici finalisti del concorso a cui hanno partecipato ottocento titoli. Il romanzo è tratto da una storia vera accaduta in Piemonte alla fine dell’Ottocento: due gemelli attaccati dalla settima costola in giù e nati in una umile famiglia, vengono rifiutati dai compaesani che definiscono il parto demoniaco. La famiglia è tal punto osteggiata che accetta di far esibire i figli nel circo di due impresari senza scrupoli.