Agorà : Sabato 22 febbraio SAVERIO LA RUINA in “Mario e Saleh” a Pieve di Cento (BO)

46

Domenica 23 febbraio FANNY & ALEXANDER in SE QUESTO E’ LEVI a Bentivoglio (BO)

BOLOGNA – Sabato 22 e domenica 23 febbraio 2020 ancora appuntamenti imperdibili ad Agorà, la rassegna teatrale itinerante nei comuni della Unione Reno Galliera nell’Area metropolitana di Bologna, con la direzione artistica di Elena Di Gioia.

Sabato 22 febbraio (ore 21, Teatro Alice Zeppilli, Piazza A. Costa 17, Pieve di Cento-Bologna) Saverio La Ruina, uno dei più intensi protagonisti della scena teatrale nazionale, è sul palco con il nuovo emozionante spettacolo Mario e Saleh. Saverio La Ruina, drammaturgo, attore e regista, tra più premiati degli ultimi anni (tre Premi Ubu, premio Hystrio, premio Lo Straniero), dopo aver ritratto con coraggio gli ultimi e i diversi, affronta un’impresa coscienziosa, ricca di poesia e di momenti di riflessione. La storia è quella dell’incontro tra Mario, un occidentale cristiano e Saleh, un musulmano, nato dalle vicende del terremoto de L’Aquila. I due protagonisti si ritrovano insieme in una delle tende allestite nei luoghi del sisma, eventi esterni e fatti concreti ribaltano le percezioni che hanno l’uno dell’altro. Le certezze che sembrano farsi strada si ridefiniscono continuamente alla luce di quanto accade, sorprendendo loro per primi. Così il lavoro nelle parole di Saverio La Ruina: “All’indomani di un terremoto, in una delle tende allestite nei luoghi del sisma, si ritrovano Mario, un occidentale cristiano, e Saleh, un musulmano. La relazione ravvicinata tra i due si evolve tra differenze e agnizioni. Eventi esterni e fatti concreti ribaltano le percezioni che hanno l’uno dell’altro. Le certezze che sembrano farsi strada si ridefiniscono continuamente alla luce di quanto accade tra di loro, sorprendendo loro per primi. Più che addentrarsi in dispute religiose, lo spettacolo si concentra su fatti del quotidiano attraverso i quali misurare possibili conciliazioni e opposizioni. Oltre alle inevitabili differenze, che possono trovare pacificazione, irrompono avvenimenti dall’esterno che vanno a spezzare gli equilibri tra i due, ridefinendo via via le loro acquisizioni, in uno spiazzamento continuo delle loro certezze. Incontrare musulmani, migranti e non, è stato come trovarsi di fronte a mondi dentro un mondo più grande, dove tanti islam si inseguono, si differenziano e anche si oppongono fra di loro. Un argomento che richiede un approccio delicato, dato che scalda gli animi con una virulenza che lascia interdetti e a volte impotenti”.

Saverio La Ruina si forma come attore alla Scuola di Teatro di Bologna diretta da Alessandra Galante Garrone e lavora, tra gli altri, con Leo De Berardinis e Remondi & Caporossi. E’ tra i giovani registi selezionati agli atelier di regia curati da Eimuntas Nekrosius per La Biennale di Venezia nelle edizioni 1999 e 2000.

Domenica 23 febbraio (ore 17, 18 e 19, Istituto Ramazzini, Castello – via Saliceto 1, Bentivoglio, Bologna, e in replica domenica 1 marzo) Agorà in collaborazione con l’Istituto Ramazzini ospita la compagnia Fanny & Alexander, che presenta, la seconda data del progetto Se questo è Levi, che ha ricevuto il premio Speciale Ubu lo scorso dicembre e che vede in scena Andrea Argentieri, premiato anche come miglior attore/performer under 35 sempre nel dicembre 2019. Se questo è Levi si compone di tre spettacoli: Se questo è un uomo (ore 17), Il sistema periodico (ore 18), I sommersi e i salvati (ore 19) – con possibilità di vederli tutti e tre in successione come Maratona Levi. Il lavoro è una performance/reading itinerante che affronta “in prima persona” l’opera di Primo Levi. A partire dai documenti audio e video delle teche Rai, Andrea Argentieri veste infatti i panni dello scrittore assumendone la voce, le gestualità, le posture, i toni, i discorsi in prima persona, grazie alla tecnica dell’eterodirezione: il remote acting, che permette all’attore di comporre un’immagine personificata dello scrittore. Tre luoghi simbolici sono stati individuati in cui incontrare lo scrittore: uno studio privato, un’aula magna e la sala di un consiglio Comunale, che sono ricreati nelle sale affrescate del Castello di Bentivoglio/Istituto Ramazzini. A partire dal vincolo di verità che lo ha ispirato nelle sue opere, Primo Levi riporta e rielabora la sua esperienza nei Lager con una tecnica di testimonianza lucidissima, di scrematura della memoria, con la trasparenza di uno sguardo capace di esprimere l’indicibile a partire dal perimetro apparentemente sereno della ragione. Tre le opere in cui incontrare lo scrittore: Se questo è un uomo, Il sistema periodico, I sommersi e i salvati. Tre opere in cui rintracciare il rapporto più intimo tra Levi e la scrittura, la necessità vitale della testimonianza, il rapporto col padre e la famiglia, la sua appartenenza alla cultura ebraica; la relazione di una vita tra chimica e scrittura, la dignità del lavoro e la funzione comunitaria della letteratura, la necessità pubblica di un racconto che possegga la trasparenza scientifica di un processo chimico; il tema del giudizio, l’interrogazione sulla necessità della sospensione dell’odio a favore di una curiosità analitica entomologica. Una performance, un reading, un incontro: Se questo è Levi è il tentativo di concretizzare l’esperienza di un resoconto oggi più che mai necessario, facendo vivere sul palco la traccia lasciata nel nostro mondo dallo stesso autore.

Fanny & Alexander. La compagnia, nell’arco di venticinque anni di attività, ha realizzato oltre una settantina di eventi, tra spettacoli teatrali e musicali, produzioni video e cinematografiche, installazioni, azioni performative, mostre fotografiche, convegni e seminari di studi, festival e rassegne.

La Stagione Agorà è promossa da Unione Reno Galliera con il contributo di Regione Emilia-Romagna, direzione artistica Elena Di Gioia. Produzione Associazione Liberty e Unione Reno Galliera. Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nei luoghi diffusi di otto comuni della Unione Reno Galliera (Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore, Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale) nella Area metropolitana di Bologna.

Main sponsor Unipol Gruppo e Hera
Sponsor Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Gruppo Camst, Società Dolce, Ariostea Broker, Lachiter, Borghi Impianti oleodinamici S.p.a., Emil Banca, Energy Group, Roboqbo, Gelateria G7, ASA Azienda Servizi Ambientali S.C.p.A.

Con la collaborazione di Città Metropolitana di Bologna, Istituzione Villa Smeraldi – Museo della Civiltà Contadina, Biblioteche Associate, Istituto Ramazzini, Premio Giuseppe Alberghini, Centro Sociale Sandro Pertini-Castel Maggiore, A.N.P.I., Direzione Didattica di Castel Maggiore, Associazione Culturale Russia Emilia-Romagna, Eurasian Travel

Agorà
4° EDIZIONE stagione teatrale 2019-2020

Sabato 22 febbraio 2020 ore 21
Teatro Alice Zeppilli
Piazza A. Costa 17 Pieve di Cento (Bo)
Saverio La Ruina
in
Mario e Saleh
scritto e diretto da Saverio La Ruina
con Saverio La Ruina e Chadli Aloui
collaborazione alla regia Cecilia Foti
musiche originali Gianfranco De Franco
scene e costumi Mela Dell’Erba
disegno luci Michele Ambrose
audio e luci Mario Giordano
organizzazione generale Settimio Pisano
amministrazione Tiziana Covello
promozione Rosy Chiaravalle
produzione Scena Verticale
con il sostegno di MIBACT, Regione Calabria
in collaborazione con TMO – Teatro
Mediterraneo Occupato di Palermo

Domenica 23 febbraio 2020 ore 17-18-19

Istituto Ramazzini
Castello–via Saliceto 1 Bentivoglio (Bo)
Fanny &Alexander
in
Se questo è Levi

con Andrea Argentieri,
drammaturgia Chiara Lagani
regia Luigi De Angelis
produzione E/Fanny & Alexander
ore 17 Se questo è un uomo
ore 18 Il sistema periodico
ore 19 I sommersi e i salvati

Per informazioni:
Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13
Telefono, WhatsApp e SMS: 333.8839450
e-mail: biglietteria.teatri@renogalliera.it
Per il programma completo:
www.stagioneagora.it
Biglietti per lo spettacolo Mario e Saleh: Intero: € 12, Ridotto : € 10, Under 18 anni: € 5
Biglietti per il progetto Se questo è Levi, per il singolo spettacolo: € 6, biglietto cumulativo Maratona Levi per i tre spettacoli € 15.
Vendita on line di biglietti interi e ridotti sul sito www.vivaticket.it e nei punti vendita vivaticket