Agorà: I figli della frettolosa sabato 26 marzo 2022 a Castello d’Argile

36
I figli della frettolosa

CASTELLO D’ARGILE (BO) – Sabato 26 marzo 2022 (ore 21.00,) presso il Teatro La Casa del Popolo di Castello d’Argile (via G. Matteotti, 150) ad Agorà la compagnia Berardi Casolari presenta I figli della frettolosa, riflessione appassionata, ironica e irriverente sulla diversità e sulla cecità, scritto e diretto da Gabriella Casolari e Gianfranco Berardi.  

“I figli della frettolosa “si legge nelle note di regia “è uno spettacolo che affronta il tema della cecità e del significato più ampio che ha oggi la parola “vedere”. In un mondo ipereccitato dal bombardamento di immagini e suoni, che sempre più neutralizzano i nostri sensi forti, vista e udito, l’attenzione dell’individuo è sempre più distante dalla vera conoscenza dell’essere, dell’esistenza. Il punto di vista qui è allora quello di un cieco, di chi guarda ma non vede, percependo la realtà circostante in modo differente. La cecità è messa in scena allo stesso tempo come esperienza di vita

reale, fisica, e come concezione metaforica, sinonimo di una miopia sociale ed esistenziale che ci riguarda in prima persona.

Anche questa volta la riflessione sul contemporaneo parte dalle esperienze personali di Gianfranco

Berardi e Gabriella Casolari, dall’osservazione e dall’ascolto della realtà che li circonda …Bastoni bianchi e occhiali scuri, andatura traballante e movimenti timorosi, ma anche ostinazione, entusiasmo, desiderio di rivalsa: un coro di ciechi come emblema di umanità, allegoria di una società smarrita e insicura, mai arrendevole. Parte integrante della messa in scena, gli allievi del laboratorio che la compagnia conduce sulla piazza che li accoglie. “L’intenzione- precisano gli autori- “è quella di condurre i partecipanti alla creazione di un atto unico in cui raccontare se stessi possa essere una maniera per raccontare il mondo e, al contempo, in cui raccontare la realtà che ci circonda possa essere il pretesto per conoscersi meglio.” “Con il laboratorio – proseguono – “ si lavora a trasferire la partitura fisica (azioni ed immagini) del coro ai nuovi attori della realtà coinvolta e contemporaneamente si indaga per cercare insieme agli stessi quei racconti in grado di rendere originale ogni volta il percorso, nel tentativo di costruire un’opera tragicomica in cui teatro e vita, finzione e realtà si fondano e confondano, si incontrino e scontrino per portare alla luce la nostra umanità. Gli allievi, partendo da piccole storie biografiche, affrontano il tema della diversità, della crisi e della perdita, sia come racconto di un’esperienza personale fortemente caratterizzante, sia come metafora di una condizione esistenziale che oggi, sempre più sembra somigliare alla condizione

esistenziale di un cieco (precarietà, instabilità, assenza di prospettiva).”

La Compagnia Berardi Casolari nasce nel 2008. Tra gli spettacoli più importanti, ancora in tournée: il pluripremiato Io provo a volare – omaggio a Domenico Modugno (2010); In fondo agli occhi (2013), la cui regia è firmata da Cèsar Brie; Amleto take away (2018) grazie al quale Berardi ha vinto il premio Ubu come miglior attore; I figli della frettolosa (2019), progetto speciale realizzato a partire da laboratori su piazza con utenti non vedenti e ipovedenti. Della Compagnia sono usciti tre libri: Viaggio per amore – dal Deficiente a Land Lover (2010, Ubu Libri); In fondo agli occhi (2013, Editoria&Spettacolo); Vedere o non vedere (2019, CUE Press). È del 2019 anche la traduzione spagnola di Amleto take away  (Editorial Asociación Cultural Zibaldone). All’attività teatrale i due artisti affiancano da anni anche incursioni televisive e radiofoniche (RaiRadio2, Rai3, Rai2). Sono entrambi protagonisti di alcuni cortometraggi.

La stagione Agorà propone un programma costruito con uno sguardo che abbraccia la drammaturgia e la scoperta di testi inediti che richiamano percorsi e biografie di scrittori legati al territorio – questo è il filo rosso che cuce insieme i titoli scelti, con una dedica a Giuliano Scabia. Storie e figure da esplorare e conoscere, anche nel corso degli incontri e laboratori previsti. Ritorni di artisti cari, repertori di compagnie che hanno fatto storia e figure di primo rilievo del panorama teatrale regionale e nazionale.

Stagione Agorà

Agorà è la stagione teatrale itinerante nei comuni dell’Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna, giunta al suo sesto anno di programmazione. Promossa da Unione Reno Galliera e con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, direzione artistica e produzione Associazione Liberty e Unione Reno Galliera.

Al centro di Agorà un articolato progetto di teatro diffuso: spettacoli, laboratori, incontri, nuove creazioni e condivisioni con artisti della scena contemporanea, nei teatri e nel territorio degli otto comuni della Unione Reno Galliera nella Area metropolitana di Bologna.

Main sponsor Unipol Gruppo e Hera; Sponsor Coop Alleanza 3.0, Coop Reno, Gruppo Camst, Lachiter, Società Dolce, Ariostea Broker, Emil Banca, Energy Group, Roboqbo, ASA Azienda Servizi Ambientali S.C.p.A

con la partecipazione di ATER, Fondazione Circuito Regionale Multidisciplinare Emilia-Romagna e E’Bal – Palcoscenici per la danza contemporanea

Media partnership RadioEmiliaRomagna

con la collaborazione di Antonio Mastrorocco, Biblioteche Associate, Istituzione Villa Smeraldi., Circolo Arcieri del basso Reno

Per informazioni:

Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13

Telefono, WhatsApp e SMS: 333.8839450

biglietteria.teatri@renogalliera.it

per il programma completo:

www.stagioneagora.it  \\  www.renogalliera.it/agora Biglietti: Intero: € 12 – Ridotto*: € 10 | Under 18 anni: € 5 | Sconto gruppo minimo 5 persone (biglietto € 8) Ingresso omaggio per persone con disabilità

* Under 26 anni, over 65, soci Coop Reno e Coop Alleanza 3.0, younger card, possessori tessera biblioteche dell’Unione Reno Galliera, possessori Card Cultura, accompagnatori persone con disabilità.

Abbonamenti

Carnet da 4 a 10 ingressi da € 35 a € 80

Gli abbonamenti possono essere acquistati nei teatri nelle sere di spettacolo. I Soci di Coop Reno che acquisteranno un abbonamento per la stagione teatrale 2021/2022 sarà riconosciuto un buono spesa Coop Reno pari al 30% del prezzo dell’abbonamento acquistato.

Vendita on line di biglietti interi e ridotti sul sito www.vivaticket.it e nei punti vendita vivaticket tra cui: Coop Reno di Argelato, Castello d’Argile, Pieve di Cento, San Pietro in Casale e San Giorgio di Piano

l’ingresso in sala è consentito solo esibendo il green pass. E’ obbligatorio essere muniti di mascherina FFP2.

 

 

Agorà 6- SESTA STAGIONE

stagione teatrale gennaio- maggio 2022

negli otto Comuni: Argelato, Bentivoglio, Castel Maggiore,

Castello d’Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale

con DEDICA allo sguardo visionario di Giuliano Scabia

promossa da Unione Reno Galliera

con il contributo di Regione Emilia-Romagna

*produzione Unione Reno Galliera e Associazione Liberty

Sabato 26 marzo 2022 ore 21.00

Teatro La Casa del Popolo

via G. Matteotti, 150

Castello d’Argile (BO)

I figli della frettolosa

Compagnia Berardi Casolari

testo e regia di Gabriella Casolari e Gianfranco Berardi

con Gianfranco Berardi, Gabriella Casolari, Ludovico D’Agostino, Flavia Neri, Silvia Zaru

e con il coro di attori non vedenti e ipovedenti, nato di volta in volta dal laboratorio su piazza

produzione Compagnia Berardi Casolari, Fondazione Luzzati Teatro della Tosse

con il sostegno di Sardegna Teatro, Teatro dell’Elfo

con il contributo di Unione Italia Ciechi e Ipovedenti