A Parma i National Erasmus Games 2019

Dal 12 al 14 aprile le migliori squadre Erasmus nazionali si sfideranno nell’evento organizzato da ESN Italia per promuovere i valori educativi e aggregativi dello sport

PARMA – Sarà la città di Parma ad accogliere i National Erasmus Games 2019, la sesta edizione dell’evento sportivo a carattere nazionale attraverso il quale Erasmus Student Network Italia si fa promotrice della cultura del vivere sano e dello sport, con i suoi valori educativi, associativi e di aggregazione: un evento sportivo a carattere nazionale che vedrà arrivare a Parma, dal 12 al 14 aprile, centinaia di studenti appartenenti alle migliori squadre Erasmus nazionali.

Venerdì 5 aprile la conferenza stampa di presentazione in Municipio per una manifestazione che vede il coinvolgimento sinergico di Comune e Università, ma anche di tante altre realtà cittadine che offriranno il loro supporto per l’accoglienza e il soggiorno degli sportivi nelle due giornate, alla presenza del Vicesindaco di Parma, con delega allo Sport, Marco Bosi, Paolo Andrei, Rettore dell’Università di Parma, Vittorio Gattari, Presidente ESN Italia, Gino Gandolfi, Presidente Fondazione Cariparma, Laura Mayr, Corporate Affairs Director, Pernod Ricard Italia, Serena D’Amato, Capo Comitato Organizzativo NEG 2019, e del Prefetto di Parma Giuseppe Forlani.

“Per Parma – ha esordito il Vicesindaco di Parma, con delega allo Sport, Marco Bosiquesta è una importante occasione per allargare i propri confini sia sportivi che culturali, attraverso una manifestazione fondata sullo sport come mezzo di promozione di vita sana, socialità e integrazione tra gli studenti”.

“I National Erasmus Games – ha sottolineato il Rettore dell’Università di Parma Paolo Andreipromuovono valori fondamentali in cui la nostra Università crede fermamente: la pratica sportiva come strumento educativo, l’apertura internazionale delle esperienze formative, l’accoglienza e la coesione sociale. Si tratta di valori culturali che da sempre stanno alla base del progetto Erasmus, volti a favorire la costruzione di una reale integrazione europea”.

“E’ importante pensare – ha detto il Prefetto di Parma Giuseppe Forlaniall’apertura internazionale della nostra città, ma anche all’importanza del valore dello sport e della socialità per i nostri ragazzi. Sono certo che Parma saprà accogliere al meglio questa manifestazione”.

“Per questa sesta edizione – ha sottolineato Vittorio Gattari, Presidente ESN Italia – è stato fatto un grande lavoro organizzativo che ha rappresentato un notevole passo avanti. Il nostro impegno è stato sostenuto dal credere molto in questo evento incentrato non solo su sport e aggregazione, ma anche su sostenibilità e promozione di stili di vita sani”.

“Come azienda sostenitrice dell’evento – ha detto Laura Mayr, Corporate Affairs Director, Pernod Ricard Italia – il nostro obiettivo principale è il benessere del consumatore, che passa anche attraverso la responsabilizzazione dei giovani verso un corretto uso dell’alcol, durante il periodo di queste manifestazioni e naturalmente oltre”.

“Lo sport – ha aggiunto Gino Gandolfi, Presidente Fondazione Cariparma – può essere davvero un ambito in cui i ragazzi possono crescere molto personalmente: una competizione sana insegna a diventare dei responsabili cittadini, così come partecipare a giochi di squadra insegna lo spirito di gruppo fondamentale sul lavoro”.

Ad introdurre nello specifico i contenuti e il programma dell’evento è intervenuta Serena D’Amato, Capo Comitato Organizzativo NEG 2019.

I National Erasmus Games (NEG) sono vere e proprie “olimpiadi” Erasmus a livello nazionale che verranno disputate nelle giornate del 12, 13 e 14 aprile: saranno chiamate a partecipare le squadre che più si sono distinte negli sport prescelti (calcio a 5, basket e pallavolo) durante i tornei organizzati dalle singole Sezioni ESN locali (saranno oltre 40). I NEG consistono in un progetto che coinvolge circa 22.000 atleti sparsi lungo la nostra penisola e che vedrà circa 300 partecipanti fronteggiarsi a Parma.

L’evento si inserisce nell’ambito di “Erasmus and Sport”, uno dei progetti di punta di ESN Italia, che ha l’obiettivo di promuovere e favorire, mediante l’organizzazione di attività ludico-sportive, l’integrazione e la coesione sociale tra studenti di nazionalità italiana e studenti stranieri ospiti in Italia in seno al progetto Erasmus+.

In particolare, il messaggio che l’evento si propone di diffondere è quello del “vivere sano” praticando attività fisica, con il valore aggiunto di creare aggregazione tra gli studenti stranieri: un progetto che punta quindi all’integrazione e alla coesione sociale attraverso lo sport e che unifica ed evidenzia l’uguaglianza.

Seguendo le direttive dell’Unione Europea e del programma Erasmus+ per la promozione dello sport Erasmus Student Network Italia ha da sempre investito i propri sforzi nell’organizzazione di eventi e progetti locali e nazionali a carattere sportivo con l’obiettivo di creare momenti importanti di integrazione sociale e culturale per gli studenti internazionali in scambio nel nostro paese.

Ma ESN Italia non si ferma a questi obiettivi e punta ancora più in alto: durante i NEG, infatti, verrà implementato anche un altro progetto internazionale, ExchangeAbility, con cui da anni il network nazionale intende dimostrare che l’Erasmus e lo sport sono accessibili a tutti. Un ulteriore progetto, ugualmente importante, che verrà implementato in questa edizione è SocialErasmus, attraverso il coinvolgimento di giovani rifugiati residenti nell’area interessata.

L’evento sarà organizzato con la collaborazione ed il patrocinio di Comune di Parma, CONI, Regione Emilia Romagna, Università degli Studi di Parma, CUS Parma, Agenzia Nazionale Giovani, Agenzia Nazionale Erasmus+Indire, Forum Nazionale Giovani, Fondazione Cariparma, Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

Supporteranno inoltre l’evento: Pernod Ricard, Prozis, Barilla, Parmigiano Reggiano e i partner locali Al Bacio, UISP Parma, Parma Calcio, TEP e Protezione Civile.