8 e 9 settembre Festival Ammutinamenti a Ravenna

RAVENNA – Dal 7 al 15 settembre 2019 a Ravenna è in programma AMMUTINAMENTI 2019 – Spaesamenti e Radicamenti Festival di danza urbana e d’autore – XXI Ammutinamenti a cura dell’Associazione CANTIERI DANZA.

Programma di Domenica 8 e lunedì 9 settembre 2019

DOMENICA 8 SETTEMBRE 2019
dalle 10 alle 19 – area urbana Artificerie Almagià & Darsena di città
GARAGE SALE – mercatino vintage e second hand & live music
Dialoghi curati da Sabina Ghinassi per il progetto Appunti per un terzo paesaggio
realizzato in collaborazione con Rete Almagià

dalle 10 alle 13 – Artificerie Almagià
CorpoGiochi Off
Laboratorio di movimento per adulti e bambini dai 5 anni di età

ore 15.30 e 17.00 – Artificerie Almagià
Nicola Galli / Genoma Scenico • teens

LUNEDI’ 9 SETTEMBRE 2019
ore 21.00 – Artificerie Almagià *
Nicola Galli / De Rerum natura
concept, coreografia e costumi Nicola Galli
danza Sofia Barilli, Laura Beschi, Riccardo De Simone, Margherita Dotta, Silvia Remigio, Paolo Soloperto
musica Banchieri, Henry, Ligeti, Penderecki, Radigue, Xenakis
passacaglia per viola e violoncello Giacomo Gaudenzi
tecnica Giovanni Garbo
produzione TIR Danza, stereopsis in collaborazione con la Compagnia Junior Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini
in collaborazione con Civitanova Danza Festival & AMAT
con il supporto di Fondazione Fabbrica Europa, Cantieri Danza una produzione nata dal progetto Prove d’Autore XL – azione Network Anticorpi XL

Domenica 8 settembre seconda giornata per il festival di Ravenna Ammutinamenti – festival di danza urbana e d’autore a cura dell’Associazione CANTIERI DANZA.

La domenica mattina (dalle ore 10 alle ore 13, Artificerie Almagià), appuntamento fisso di Ammutinamenti con CorpoGiochi OFF, laboratorio di movimento per adulti e bambini dai dai 5 ai 99 anni – che stimola i partecipanti a prendere coscienza delle proprie potenzialità in relazione al movimento e all’azione. Si tratta, infatti, di una serie di giochi in cui adulto e bambino sono l’uno per l’altro occasione di lavoro su sé stessi. L’originale metodo di esplorazione e interscambio che si viene a creare tra i partecipanti diviene infatti strumento che li arricchisce di una maggior consapevolezza del proprio corpo e del proprio essere. Senza fare distinzione fra piccoli e grandi, il lavoro favorisce l’emergere di nuove modalità di esplorazione e arricchimento, facendo affiorare la sapienza naturalmente insita nel proprio corpo. Al termine del laboratorio verranno presentati gli Assaggi di Danza d’Autore: i danz’autori presenti mostreranno un “assaggio” della loro danza ai partecipanti, per poi dedicare un tempo alle domande e alle osservazioni che i presenti, bambini, ragazzi e adulti, vorranno porre.
Dalle ore 10 alle 19 l’area urbana Artificerie Almagià & Darsena di città si trasforma nel quartier generale di GARAGE SALE, cantiere creativo in cui si incontrano hand made, second hand, vintage, musica e fotografia. La giornata si completa con i “dialoghi” curati da Sabina Ghinassi per il progetto Appunti per un terzo paesaggio, in collaborazione con Rete Almagià. GARAGE SALE nasce con lo slogan “Reuse Before Recycle” per richiamare un nuovo stile di consumo consapevole. Lo scopo dell’iniziativa oltre a quello di riabitare luoghi inusuali che vengono di volta in volta ripopolati e resi fruibili da un pubblico ampio e trasversale, è anche quello di spingere l’utenza ad uscire dall’omologazione della grande distribuzione di massa, reinterpretando abiti e accessori a favore di un proprio stile personale. La vocazione di Garage Sale è quella di proporre sempre nuovi contenuti, e quando possibile nuovi contenitori, per comunicare al meglio la sua essenza, quella di esser un cantiere creativo sempre in movimento ed alla ricerca di nuovi stimoli da elaborare a trasmettere ad un pubblico sempre più ampio, attento e curioso. Dopo una stagione estiva in giro per la Romagna, Garage Sale torna in via dell’Almagià nella prima domenica del Festival Ammutinamenti, con cui condivide la visione della ricerca del nuovo e del contemporaneo, rinnovando una preziosa e amata collaborazione ormai giunta al sesto anno, Da un progetto di Ass.ne Culturale Norma e RAVEN Servizi per lo Spettacolo.
Il pomeriggio, dalle 15.30 alle 17, il coreografo Nicola Galli apre le porte delle Artificerie Almagià per presentare Genoma scenico teens, una performance danzata basata sulla relazione interattiva tra spettatore e danzatore che nasce dal lavoro svolto nel laboratorio intensivo per giovani danzatrici in formazione. Così come ogni essere umano possiede un codice genetico unico e inimitabile, allo stesso modo lo spettatore è invitato a scoprire l’originale unicità della performance, grazie all’impiego di un dispositivo ludico liberamente ispirato alla ricerca genomica. Le 33 tessere disposte sul tavolo rappresentano, infatti, una varietà di parametri possibili: ogni spettatore può selezionare liberamente quelle che andranno a comporre il proprio “genoma scenico”. Ogni singola performance generata dalla selezione delle tessere verrà agita istantaneamente dai danzatori, come esito artistico, unico e irripetibile, delle circostanze e dell’ambiente sociale. Le partecipanti, cinque giovani allieve di alcune delle scuole di danza di Ravenna, sono state guidate in una preparazione fisica che ha integrato differenti pratiche coreutiche e somatiche, per poi addentrarsi nella conoscenza teorica e pratica del dispositivo coreografico, volta alla scoperta individuale e corale di un nuovo alfabeto gestuale (ingresso gratuito).

Lunedì 9 settembre (ore 21.00 – Artificerie Almagià) prosegue, Ammutinamenti – festival di danza urbana e d’autore con uno degli eventi del festival De rerum natura del coreografo Nicola Galli (spettacolo con cui ha vinto il premio Danza&Danza 2018, come miglior coreografo emergente). Un’opera dedicata all’unione e alla disunione degli atomi, alla vastità dello spazio, allo sviluppo temporale, alla nascita, al declino, all’intelletto e all’anima dell’uomo da cui traspare uno sguardo vibrante e vivido sull’intreccio dei fenomeni naturali per raccontare l’infinita mutazione del mondo e la ciclica rigenerazione. Questa immagine di eterno movimento alimenta nella creazione coreografica il desiderio di muoversi di sei corpi, legati da un pensiero sotterraneo che scorre sanguigno sotto la superficie della pelle. Dall’articolazione del gesto fluisce un disegno anatomico che si diffonde fino alle parti più minute del corpo, penetrando poroso dall’epitelio e fin dentro le ossa. I corpi si uniscono in una composizione scenica nella quale la costruzione, la distribuzione degli elementi, il rapporto di correlazione e interdipendenza formano un complesso organico e respirante.

Nicola Galli, nato a Ferrara nel 1990, si occupa di ricerca corporea, declinata in azioni e dispositivi che spaziano dalla coreografia alla performance, dall’installazione all’ideazione grafico-visiva.
Dal 2010 sviluppa un’indagine coreografica strutturata in episodi che analizzano il concetto di forma pura e le nozioni di “stratificazione” e “paesaggio”; a partire dalla geometria e dall’astronomia il suo sguardo è affascinato dall’anatomia umana, la proporzione e il dettaglio, elementi chiave che compongono un orizzonte scenico trasversale. Dal 2010 al 2014 danza nella compagnia CollettivO CineticO, Dal 2014 è artista sostenuto da TIR Danza. Le sue creazioni sono state presentate in festival/rassegne del territorio nazionale e internazionale e selezionate per la Vetrina Giovane Danza d’Autore 2012 e 2015, International Festival D-Caf, Tanzmesse 2016. Nel 2018 vince il Premio Equilibrio con la creazione Deserto digitale e il premio Danza&Danza come miglior coreografo emergente ex-aequo con De rerum natura.

CON IL CONTRIBUTO DI: Mibac; Regione Emilia Romagna; Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura; Network Anticorpi XL; Anticorpi; Ater-circuito multidisciplinare dell’Emilia Romagna; CON IL PATROCINIO DI: Provincia di Ravenna IN COLLABORAZIONE CON: Almagià – Rete di associazioni culturali, Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna; Biblioteca Classense, RavennAntica, Darsena Pop Up, Naviga in Darsena, Palestra La Torre, Cooperativa spiagge, Legambiente Ravenna; Pro Loco Marina di Ravenna, Cooperativa Portuale.

BIGLIETTI De rerum naturae
intero 12€
ridotto 8€ (under 26, over 65 e tesserati all’ Università degli adulti “Giovanna Bosi Maramotti”)
ridotto 5€ (allievi scuole di danza & partecipanti ai laboratori di Ammutinamenti 2019)

Info e prenotazioni
320 9552632
www.cantieridanza.it/festivalammutinamenti
info@festivalammutinamenti.org
Facebook: Festival Ammutinamenti – Cantieridanza
Twitter: cantieridanza
Instagram: cantieridanza