7 borse di Studio “Federico Valzania” a 7 ragazzi di Mercato Saraceno

275

MERCATO SARACENO (FC) – Venerdì 14 gennaio a all’Istituto Corelli di Cesena alla presenza tra gli altri della Sindaca di Mercato Saraceno Monica Rossi si è svolta la cerimonia di consegna delle borse di Studio “Federico Valzania”. borsa di studio rivolta agli studenti di scuola media superiore residenti nei Comuni del Distretto Cesena Valle Savio e viene assegnata sulla base di un bando pubblico a ragazzi che si sono distinti per i risultati scolastici.

53 in totale le borse di studio di € 400.00 erogate tra le quali 7 a bravi e meritevoli ragazzi mercatesi

Alla cerimonia erano presenti Carmelina Labruzzo, Assessora ai Servizi per le Persone e le Famiglie del Comune di Cesena, – Maria Elena Baredi, presidente del Consiglio di Amministrazione dell’ASP, Alberto Gori vice presidente Asp, Enrico Cangini Sindaco di Sarsina, Fedele Camillini Vice Sindaco di Verghereto, la nostra   Sindaca Monica Rossi e gli studenti che si sono aggiudicati la borsa di studio Federico Valzania.

La cerimonia ricca di pathos e di spunti è stata anche motivo di ricordare la figura del falegname Federico Valzania che donò tutti i suoi beni mobili ed immobili alla Fondazione omonima creata appositamente allo scopo di aiutare e stimolare negli studi ragazzi meritevoli con condizioni economiche svantaggiate.

Un risultato che ci riempie d’orgoglio dichiara il Sindaco Monica Rossi al di là dell’aspetto economico della borsa di studio che è comunque molto importante per i ragazzi e le loro famiglie è il valore del messaggio che è potente, essere generosi avere sempre lo sguardo rivolto verso l’altro e tendere una mano a chi è più in difficoltà e ha le capacità di emergere per una equa società.

Fondazione Valzania

La Fondazione, entrata a far parte dell’ASP del Distretto Cesena Valle Savio dal 2009, ha lo scopo di sostenere nei comuni del territorio cesenate i percorsi di istruzione, orientamento e inserimento lavorativo di minori e di giovani. Per contribuire alla loro crescita civile e culturale opera attraverso: borse di studio destinate a ragazzi in condizioni disagiate per contrastare l’abbandono scolastico o comunque favorire il completamento degli studi o l’acquisizione di capacità lavorative, con particolare riguardo ai ragazzi seguiti dai servizi pubblici territoriali; il sostegno di progetti promossi dalle scuole, in particolare da istituti professionali o da organismi della formazione professionale soprattutto se riferiti ad ambiti territoriali caratterizzati da situazioni di disoccupazione o disagio socio economico.