44° anniversario della strage di Ustica, le iniziative culturali di giovedì

36
27-giugnoviaggio-notturno-per-marejacopo-rinaldi

BOLOGNA – Giovedì 27 giugno, ricorre il 44° anniversario della strage di Ustica, che causò la morte di 81 persone in viaggio tra Bologna e Palermo su un DC9 della compagnia Itavia.

Dopo l’incontro del sindaco Matteo Lepore con i parenti delle vittime, trasmesso anche in streaming sul canale YouTube del Comune di Bologna, la giornata prosegue al Museo per la Memoria di Ustica con l’avvio della rassegna Attorno al Museo. Manca ancora un pezzo è il tema scelto per la XV edizione: tanti sono i protagonisti e le protagoniste del mondo della cultura, dell’arte e dello spettacolo che hanno voluto essere presenti anche quest’anno alla rassegna con produzioni originali che, a partire dalla strage, arrivano a riflettere sul presente.

L’apertura della rassegna serale è affidata alle 21.15 allo spettacolo Sempre, ovunque con te mi troverai di Concita De Gregorio, accompagnata sul palco da Erica Mou (chitarra, voce, loops) e Flavia Massimo (violoncello).
Chi non c’è, resta. In un posto che non è solo ricordo ma che continua ad essere vita fatta di luoghi, di alberi, di amori, di case straripanti di oggetti, manie innocenti e segrete, frasi dette o immaginate, registri a cui continuare a rispondere presente! tendendo la mano verso il cielo quando si riconosce il proprio nome. Chi non c’è, resta. In un punto in cui realtà e magia si incontrano, dove tutto accade mantenendo lo stupore dell’impossibile. È qui che Concita De Gregorio cuce i frammenti che compongono uno spettacolo fatto di parole da inseguire come orme in un bosco, per ritrovare una casa perduta, un animale raro, il punto di partenza dal quale parte però un cerchio nuovo. In questo spettacolo, ideato in occasione del quarantaquattresimo anniversario della strage di Ustica, la cronaca cede il passo alla poesia, l’unica capace di raccontare la verità che abita l’animo.

Dalle 20 e per tutta la notte in alcuni luoghi della città, sarà proiettata la videoinstallazione Viaggio notturno per mare, di Jacopo Rinaldi a cura di Laura Brambilla.
Nei primi anni dopo la Strage di Ustica la storia processuale attraversa una fase buia, in cui l’ipotesi di “cedimento strutturale” del velivolo sembra essere la più accreditata e la richiesta di recupero del relitto, avanzata dai parenti delle vittime, considerata persino superflua. In questa fase il destino dell’aereo sembra coincidere con la forza del suo inabissamento.
A partire dal 27 aprile 1987, l’istituto francese Ifremer dà avvio alla missione “Opera”, acronimo di “Operazione Recupero Aeromobile” al fine di trovare, identificare e recuperare i frammenti del relitto del DC-9 Itavia, perseguendo l’obiettivo di andare a fondo nella ricerca dei motivi del disastro. “Opera” non solo fu in grado di localizzare il relitto, ma permise al Giudice Rosario Priore di scrivere nella sua sentenza-ordinanza del 1999 la verità sulle cause dell’evento: il DC-9 venne abbattuto all’interno di un’operazione di guerra aerea.
La missione produsse un gran numero di immagini e video in cui i frammenti del relitto vengono osservati e illuminati dai fari del sottomarino Nautile. I filmati prodotti sono dei lenti piani sequenza in cui il nero e placido fondale marino viene ripreso per la prima volta. Viaggio notturno per mare trasmette queste sequenze, caratterizzate da un forte rumore elettromagnetico. La proiezione di queste immagini nella notte tra il 27 e il 28 giugno, la notte dell’attesa, è immaginata come un’emersione: un’interferenza che dall’abisso occupa e illumina lo spazio pubblico della città, un’assenza che si concretizza in presenza nel tentativo di riattivare una memoria collettiva sommersa.
La videoinstallazione sarà fruibile in alcuni luoghi della città, tra cui il MAMbo, Bologna Welcome e le sedi Tper di via di Saliceto e via Lame e, al termine dello spettacolo di Concita De Gregorio ed Erica Mou, all’interno del Parco della Zucca. Sul sito web del MAMbo sarà consultabile l’elenco completo dei luoghi https://www.museibologna.it/mambo/schede/viaggio-notturno-per-mare-videoinstallazione-di-jacopo-rinaldi-2267/

Per tutte le serate della rassegna le Cucine Popolari di Bologna in collaborazione con il Centro Sociale Antonio Montanari a partire dalle 19.30 prepareranno i “Piatti della solidarietà”, nell’ambito del progetto La memoria in tavola. 

Il Museo per la Memoria di Ustica propone infine un’apertura straordinaria dalle 11 alle 14 e dalle 19 alle 24.

Per maggiori informazioni:
https://attornoalmuseo.it/
https://www.comune.bologna.it/notizie/44-anniversario-strage-ustica