40° anniversario della strage di Ustica, due giornate di studio sull’Italia degli anni Ottanta

20

Convegno promosso da Istituto Parri e dell’Associazione dei parenti delle vittime. Il 12 e 13 novembre in diretta Facebook

BOLOGNA – Le stragi, le inchieste, le mobilitazioni degli anni Settanta e Ottanta in Italia: sono gli argomenti al centro del convegno “Ustica e gli anni Ottanta” promosso dall’Istituto Parri e dall’Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica nell’ambito delle iniziative per il 40° anniversario della strage. Il convegno si terrà il 12 e il 13 novembre, a distanza, nel rispetto delle misure di contenimento del coronavirus: si potrà seguire sulla pagina Facebook del Dipartimento di Storia, Culture, Civiltà dell’Università di Bologna.

Obiettivo del convegno, che sarà aperto dal Sindaco di Bologna Virginio Merola, è di definire un quadro del contesto storico dell’Italia negli anni della strage di Ustica. Gli interventi durante le due giornate di studio si soffermeranno sulla fine degli anni Settanta e sugli anni Ottanta in Italia, in particolare sulle inchieste dei decenni successivi, sulle consapevolezze e le mobilitazioni: il quadro storico e storico-politico; la giustizia e la magistratura; gli archivi e le strutture militari; le narrazioni e il mutamento culturale attraverso il cinema, il teatro e la letteratura.

Il convegno fa parte di una collaborazione e di un impegno di ampio respiro dell’Associazione dei parenti delle vittime della strage di Ustica e dell’Istituto Parri, e segue al versamento degli archivi dell’Associazione al Parri, che li conserva e li pone a disposizione di studiosi e cittadini.