38° Memorial Fontana: un’edizione indimenticabile

10

Successo di pubblico, organizzazione impeccabile, elevata qualità tecnica dei giocatori e, ciliegina sulla torta, la presenza per cinque giorni di Jacopo e Matteo Berrettini che, con tutto il loro staff, hanno trovato “casa” al Club La Meridiana

FORMIGINE (MO) – Una settimana di grande tennis ed emozioni, il tutto amplificato dalla presenza del pubblico delle occasioni speciali e di un grandissimo atleta, Matteo Berrettini, che con il fratello Jacopo ha dimostrato di essere un campione dentro e fuori dal campo. Al Club La Meridiana è andata in archivio un’edizione super del Memorial Fontana, la 38°. Da domenica 3 a sabato 9 luglio a Casinalbo si è giocato il 2° Trofeo Ale Spa, il torneo internazionale di tennis maschile sia di singolo che di doppio Futures ITF con montepremi da 25mila dollari.

Sui campi in terra rossa della Meridiana si sono giocate 70 partite: 24 match del tabellone di qualificazione del singolo, 31 del main draw del singolo e 15 del torneo di doppio. Nel singolo ad alzare al cielo il 2° Trofeo Ale Spa è stato il giovane talento francese Valentin Royer, mentre nel doppio successo per la coppia tutta italiana formata da Federico Arnaboldi e Gianmarco Ferrari.

Anche nel 2022 il Memorial Fontana conferma di essere un appuntamento straordinario per vedere all’opera tante giovani promesse del panorama tennistico internazionale. E il Club la Meridiana ha come sempre aperto le porte a tutti gli appassionati. Il Memorial Fontana 2022 ha richiamo tantissimo pubblico per tutto l’arco della settimana, con oltre 500 spettatori sulle tribune del campo centrale ad assistere alla finale del torneo di singolare.

Quest’anno il Club La Meridiana ha accolto e ospitato anche Matteo Berrettini: il numero uno del tennis italiano e già numero sei del ranking mondiale Atp, ha seguito il fratello Jacopo impegnato nel Memorial Fontana ed è rimasto qualche giorno ad allenarsi alla Meridiana con il coach Vincenzo Santopadre. Matteo, sempre disponibile e sorridente seppur concentrato e scrupoloso in ogni allenamento, ha anche regalato un momento unico a tanti giovani piccoli tennisti giocando con loro nel “Gioca con il Campione”.

È stata una settimana di tanto tennis e di molto altro: giorni di socialità e d’incontri, di condivisione e di positiva energia per soci e ospiti. Ammirevole, come sempre, la disponibilità del gruppo dello staff che ha curato ogni minimo dettaglio, dagli spostamenti degli atleti sino alla manutenzione, sempre perfetta, dei campi in terra rossa di via Fiori.

Un gruppo affiatato, composto da circa 50 persone, dai giovanissimi raccattapalle sino ai maestri della scuola di tennis.

Antonio Fontana (Presidente Club La Meridiana): “Possiamo senza dubbio dire obiettivo centrato. Abbiamo avuto un grande spettacolo per tutta la scorsa settimana alla Meridiana. Per ottenere questo risultato servono diversi fattori. Innanzitutto, la presenza di grandi giocatori che hanno offerto tennis di qualità in ogni partita del torneo. Poi la presenza del pubblico: davvero tanto non soltanto per le finali, ma per tutta la settimana. E infine l’organizzazione: anche quest’anno posso dire impeccabile. E ovviamente siamo stati particolarmente felici di poter ospitare la famiglia Berrettini: Matteo, Jacopo, il papà e il coach Vincenzo Santopadre. Appuntamento al 2023? Assolutamente sì. Ci piacerebbe crescere ancora e organizzare un Torneo Challenger dell’Atp Tour. È  chiaro che per farlo servono ulteriori risorse economiche e quindi abbiamo bisogno di partner e sponsor. Faremo di tutto per trovarli e offrire a tutto il territorio uno spettacolo di tennis sempre migliore”.

Elio Agnoli (Direttore Club La Meridiana): “Il bilancio del 38° Memorial Fontana è assolutamente positivo, ancor più perché arrivato dopo due anni di Covid: un anno nel quale non abbiamo potuto organizzare il torneo e l’altro nel quale ci siamo riusciti pur tra mille difficoltà. È  stata una settimana impegnativa ma la gioia è immensa. Il valore aggiunto di un torneo così, per un Club come il nostro, sta nel riuscire a coinvolgere tanti soci a vivere la manifestazione ed anche a collaborare all’organizzazione dello stesso. Da Direttore di un’associazione sportiva vedere tanti soci, molti dei quali giovani, collaborare con tanto entusiasmo e passione proprio all’organizzazione del Memorial Fontana è una soddisfazione enorme, un vero regalo.”

Carlo Pinti (Direttore 38° Memorial Fontana): “Quest’anno abbiamo organizzato non uno, ma due tornei contemporaneamente. Scherzo ovviamente, ma la presenza della famiglia Berrettini durante la settimana, è stata da un lato un piacere incredibile, dall’altro ha richiesto una serie di attenzioni in più. Tutto lo staff si è dimostrato bravissimo nella gestione di questa situazione. Matteo era già venuto al Club quando era giovanissimo e conosceva un po’ il Club. Noi conoscevamo un po’ lui e devo dire che in questi giorni abbiamo trovato una famiglia fantastica, molto unita che ha cercato di renderci le cose più semplici perché fosse una settimana piacevole per Matteo e speciale per noi. Possiamo dire che tra il Club La Meridiana e la famiglia Berrettini, compreso il coach Santopadre, si è creata una bella empatia e un bel feeling. È stata una settimana che ci ricorderemo per sempre”.