“25 novembre – Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”

4

L’impegno del Comune di Ferrara a fianco delle Associazioni. Giovedì alle 9 in Municipio una Tavola Rotonda

FERRARA – Si è svolta nella mattinata di lunedì 22 novembre 2021 nella residenza municipale di Ferrara la conferenza stampa dedicata alla “Presentazione degli eventi dedicati alla ricorrenza del 25 novembre ‘Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne‘” a cura dell’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Ferrara.

All’incontro con i giornalisti erano presenti Dorota Kusiak assessore comunale alla Pubblica Istruzione e Formazione, Pari Opportunità e Politiche Familiari, Paola Peruffo presidente della Commissione consiliare Pari Opportunità del Comune di Ferrara, Maurizio Passerini presidente del Centro di promozione sociale APS “La Scuola” di Montalbano, curatore del progetto ‘Lasciateci vivere il nostro domani – Il femminicidio e la violenza sulle donne’ e Giovanni Corazza autore delle fotografie del calendario del CPS “La Scuola”di Montalbano.

(Comunicazione a cura dell’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Ferrara)

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999 ha designato il 25 novembre come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, invitando i Governi, le Organizzazioni Internazionali e le ONG ad organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul dramma del femminicidio e più complessivamente sul fenomeno della violenza contro le donne.

Come ogni anno quindi, in occasione della ricorrenza del 25 novembre, l’Amministrazione Comunale attraverso l’Assessorato alle Pari Opportunità è fortemente coinvolta e impegnata di concerto con le Istituzioni del territorio, con le Associazioni sociali e culturali ferraresi e con soggetti diversi sia pubblici che privati che si occupano di promuovere i diritti e le pari dignità per tutte le persone, – ad organizzare e sostenere una serie di iniziative ed attività volte a promuovere una cultura del rispetto e una sensibilizzazione sulla tematica in parola.

Nonostante la normativa europea, nazionale e locale si sia occupata di arginare e sensibilizzare sul tema, la violenza contro le donne continua ad essere un allarmante fenomeno strutturale della nostra società, ultimamente acuita dalle conseguenze socio economiche della pandemia che ha aggiunto solitudine alla fragilità.

Proprio in questo particolare periodo storico – afferma l’assessore Dorota Kusiak – è importante continuare a promuovere e sensibilizzare la coscienza di tutti ricorrendo a forme di comunicazione e informazione a nostra disposizione. In questo contesto oltre al confronto tra le istituzioni e associazioni territoriali, e un focus speciale verso le giovani generazioni, vogliamo ricorrere anche all’arte quale potente strumento in grado sollecitare una profonda riflessione su questo tema che interpella tutti. La lotta alla violenza sulle donne non è solo una ricorrenza, ma è un’occasione che ci unisce in una ricerca di azioni volte alla eradicazione di questo terribile fenomeno sociale.”.

A seguire un elenco delle attività a cui questo Assessorato alle Pari Opportunità ha aderito con varie forme di sostegno, specificando che su tutto il territorio provinciale sono molteplici quelle organizzate in occasione della ricorrenza del 25 Novembre e che sono raccolte in un calendario appositamente elaborato da questi Uffici, in ordine cronologico. 

A) Giovedì 25 novembre a partire dalle ore 9 in sala Consiliare si terrà una Tavola Rotonda dal titolo “Dall’emergenza all’autonomia; costruire percorsi per uscire dalla violenza”  nel corso della quale sarà illustrato, grazie alla collaborazione di Paola Castagnotto del CDG Centro Donna Giustizia, Liviana Zagagnoni di UDI di Ferrara e Alessandra Frenza del CAM Centro Ascolto Uomini Maltrattanti, un quadro aggiornato sui dati e sugli elementi emergenti della situazione nazionale e locale con una riflessione sulle politiche di intervento finalizzate a rafforzare i percorsi di uscita dall’emergenza e dalla violenza per non lasciare in solitudine nessuna donna vittima di violenza;

Dopo il Saluto istituzionale del Signor Sindaco Alan Fabbri, anche il neo Prefetto di Ferrara dott. RINALDO ARGENTIERI prenderà la parola per un saluto alla platea dei partecipanti e alla collettività tutta.

Partecipano inoltre come relatori il dott. Paolo Pellegatti Dirigente Divisione Anticrimine della Questura di Ferrara, la prof.ssa Gabriella Marchetti Presidente del Consiglio di Parità di UNIFE, Paola Peruffo Presidente della Commissione Consiliare Pari Opportunità;

Alla sessione di lavoro parteciperanno studentesse e studenti degli Istituti Superiori di II grado della città, quali IIS L.Einaudi, IIS G. Carducci, IIS ” Copernico Carpeggiani”; ogni gruppo esporrà un proprio elaborato sul tema.
Coordina la giornata la giornalista Alexandra Boeru.

Sarà presente anche lo Staff di Student TG dell’Istituto Tecnico Professionale “L.Einaudi” di Ferrara che curerà le interviste e le riprese televisive. L’attività didattica e formativa svolta dagli studenti in questo ambito rappresenta una duplice occasione preziosa sia per la formazione operativa, sai per il coinvolgimento in tematiche sociali emergenti a cui far riflettere, sia per conseguire l’obiettivo di una comunità correttamente informata e partecipata a partire dagli studenti stessi, favorendo legami d’appartenenza e di cittadinanza attiva;

L’evento si terrà in presenza nel rispetto delle normative di contenimento e con posti distanziati; sarà comunque possibile seguire gli interventi della giornata dal canale YouTube del Consiglio Comunale di Ferrara al seguente link https://www.youtube.com/user/consigliocomunalefe

B) nella mattinata di giovedì 25 novembre, è stata coinvolta UDI di Ferrara per l’allestimento coreografico di “scarpette rosse” lungo lo scalone di accesso alla Residenza Municipale. L’allestimento di coppie di scarpe rosse è ripreso dall’opera dell’artista messicana Elina Chauvet per la sua installazione “Zapatos rojos” a simbolo e testimonianza di un corteo silente di donne uccise.

C) nelle tre giornate del 24, 25 e 26 novembre sarà illuminata di rosso la Fontana di Piazza della Repubblica con un momento inaugurale aperto alla cittadinanza giovedì 25 novembre alle ore 18.

Per l’occasione una parte della seduta di pietra presente nell’emiciclo della piazza sarà allestita ricoprendola con un drappo rosso e affiancando un cartello esplicativo riportante “Il Posto di chi Manca – Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Sulle Donne” con i loghi delle associazioni promotrici UDI, Centro Donna Giustizia, Cgil e Comune di Ferrara; sarà posto un cartello con la scritta “chiamaci se hai bisogno” con il qr code che rimanda al CDG Centro Donna Giustizia, Centro antiviolenza di Ferrara, e UDI Unione Donne in Italia di Ferrara, da anni in prima linea nel dare risposte concrete e immediate ad eventuali richieste di aiuto.

D) l’Assessorato alle Pari Opportunità come ogni anno si occupa di elaborare un calendario di respiro provinciale contenente, in ordine cronologico, tutte le iniziative, interventi ed attività organizzate sul territorio opportunamente comunicate a questi uffici; Il calendario delle iniziative viene trasmesso agli organi di informazione, pubblicato sulla pagina web istituzionale del Comune di Ferrara e diffuso sui social dell’ente (allegato a fondo pagina).

E) VIDEO Face mapping; l’arte come strumento per veicolare un messaggio di forte condanna alla violenza di genere, la tecnologica digitale per condividerla in modo universale.

Il Comune di Ferrara, attraverso l’Assessorato alle Pari Opportunità, ha voluto realizzare una campagna di sensibilizzazione mirata alle giovani generazioni, utilizzando un linguaggio “tecnologico” commisurato ai cosiddetti millennials. Il Video di face mapping fatto di immagini artistiche, parlato poetico e musica, si dipana come una micro-storia dedicata alle donne vittime di abusi e maltrattamenti; si concentra sull’immagine di un volto, vuole testimoniare il valore intrinseco delle parole “resilienza” “e “rinascita”, ma non si ferma ad ascoltare il dolore, vuole guardare avanti e infondere in chi lo guarda e in chi lo ascolta, una consapevolezza di forza e determinazione per potersi identificare, riconoscere ma non sentirsi mai sole.

F) Per il secondo anno consecutivo il presidente del Centro di Promozione Sociale LA SCUOLA di Montalbano Maurizio Passerini, promuove la realizzazione di progetto intitolato “Lasciateci vivere il nostro domani” Il femminicidio e la violenza sulle donne” – consistente nella realizzazione di un calendario di immagini artistiche a colori, di donne riprese in diversi contesti artistici e culturali della città, con un dettaglio di colore rosso che richiama il tema della ricorrenza del 25 Novembre; il fotografo è Giovanni Corazza.

I calendari saranno distribuiti ad aziende ed imprese locali sensibili al tema accogliendo offerte libere; come l’anno scorso il ricavato, desunte le spese, sarà devoluto dal Centro di Promozione Sociale LA SCUOLA di Montalbano ad una Associazione di volontariato ferrarese che si occupa dell’accoglienza e del supporto alle vittime di violenza.