22 novembre: seminario “L’umanità e la fraternità dell’economia: la proposta di Francesco”

11

Alle 16 nella chiesa di San Francesco del Prato un momento di riflessione sulla possibilità di ripensare i paradigmi economici del nostro tempo

PARMA – Martedì 22 novembre, a partire dalle 16, nella chiesa di San Francesco del Prato si svolgerà il seminario L’umanità e la fraternità dell’economia: la proposta di Francesco, organizzato da Katia Furlotti, docente di Economia aziendale al Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma e da fr. Francesco Ravaioli, collaboratore della Pastorale universitaria.

Interverranno all’incontro fra Felice Autieri, docente di Storia della Chiesa alla Facoltà teologica di Capodimonte e all’Istituto teologico di Assisi e Maria-Gabriella Baldarelli, docente di Ragioneria al Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna. In chiusura le riflessioni del Rettore Paolo Andrei.

L’incontro, rivolto agli studenti e a tutti gli interessati, vuole offrire un momento di riflessione sulla possibilità di ripensare i paradigmi economici del nostro tempo alla luce del messaggio di san Francesco d’Assisi.

Si partirà dalla proposta che già a maggio 2019 Papa Francesco aveva rivolto a giovani economisti, imprenditori e imprenditrici di tutto il mondo invitandoli a “ri-animare” l’economia, promuovendo un patto comune capace di trasformare l’attuale economia e dare un’anima all’economia di domani. L’evento promosso dal Santo Padre (“Economy of Francesco”) ha un chiaro riferimento al Santo di Assisi che offre un ideale e, in qualche modo, un programma per attuare questo cambiamento. Nella proposta di san Francesco possono trovarsi le basi per affrontare le sfide e i problemi più complessi del mondo attuale, dalla salvaguardia dell’ambiente e delle persone, alla dignità dei lavoratori e delle lavoratrici, alla giustizia verso i poveri, all’equità sociale. La proposta papale ha suscitato un importante movimento culturale di riflessioni e attuazioni di rinnovamento di ambito economico e sociale, che si possono trovare racchiuse nel sito web https://francescoeconomy.org/it/.

Dopo la conclusione dei lavori si terrà un momento di preghiera francescana.