21 ottobre: convegno internazionale on line sul post pandemia con Università e Comune di Parma

31

Tra i relatori Federico Monaco e Katya Lucà, che presentano il progetto di inclusione sociale e simulazione digitale avviato nel Quartiere Pablo

PARMA – Come sarà l’Università nel dopo pandemia? Quali le tecnologie per l’apprendimento e la comunicazione più adatte? Quali saranno i possibili cambiamenti in una società post-covid per il mondo accademico e per i campus di tutto il mondo?

Il 21 ottobre, dalle 10 alle 19, se ne parlerà nel convegno internazionale on line “Digital Technology and the Post-Pandemic University”, promosso dalla Society for Research into Higher Education’s Digital University Network. All’appuntamento, inserito nell’iniziativa “The Post Pandemic University”, parteciperanno Federico Monaco, sociologo e assegnista di ricerca del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma, e Katya Lucà, psicologa e delegata per l’inclusione sociale dell’Assessorato al Welfare del Comune di Parma, che hanno da tempo avviato una collaborazione per coniugare inclusione sociale e simulazione digitale attraverso un progetto focalizzato sul quartiere Pablo: grazie al networking digitale e al trasferimento di conoscenze dal laboratorio di simulazione SIM.LAB al quartiere, è stato possibile sperimentare metodologie del web collaborativo e supportare a distanza le comunità.

Una collaborazione tra territorio e Ateneo è da tempo attiva e può essere declinata in termini di buone pratiche anche con forme di inclusione nel digitale, in una dimensione innovativa tanto digitale quanto sociale che contempli il coinvolgimento della comunità e la creazione, uso e scambio di risorse accessibili: tutto ciò non può che portare vantaggio, data l’emergenza e la necessità di sperimentare soluzioni sostenibili e alla portata di tutti.

Proprio su questa collaborazione, sui suoi risultati in itinere e sulle sue prospettive è incentrato il contributo che Federico Monaco e Katya Lucà portano al convegno, già pubblicato sul sito dell’evento e oggetto di dialogo e discussione il 21 ottobre.

La partecipazione al convegno è gratuita e aperta a tutti.

Per iscriversi: https://www.srhe.ac.uk/members/eventlogin.asp?event=1&eid=501