15-18 maggio: all’Università di Parma convegno su Filosofia trascendentale e Naturalismo

L’evento è organizzato da Andrea Staiti del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali (DUSIC)

uniparmaPARMA – Dal 15 al 18 maggio al Centro S. Elisabetta (Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma) si terrà il convegno internazionale “Transcendental Philosophy and Naturalism”, organizzato da Andrea Staiti, docente del Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali (DUSIC). Fanno parte del comitato scientifico, oltre al prof. Staiti, Sebastian Luft, Marquette University, e Konstantin Pollok, University of South Carolina.

Nel corso della tre giorni studiosi di fama internazionale esploreranno le connessioni e le tensioni tra due posizioni filosofiche apparentemente antitetiche: naturalismo e filosofia trascendentale. Il primo è spesso descritto come il punto di vista secondo cui solo la natura, come oggetto delle scienze naturali, esiste e/o secondo cui il metodo delle scienze naturali è il solo metodo accettabile di indagine razionale. I filosofi trascendentali, all’opposto, sostengono che non tutto ciò che esiste nel mondo può essere spiegato in termini naturalistici: in particolare, che alcuni aspetti chiave della cognizione e della coscienza sono presupposti, piuttosto che spiegati, dalle scienze naturali. Recentemente, tuttavia, la distanza tra i due punti di vista è stata riesaminata e la possibilità o impossibilità di integrare le prospettive naturalistiche e trascendentali è una questione centrale della filosofia contemporanea.

Per informazioni: parma.transcendental@gmail.com