1° febbraio 2022: Renata Tebaldi avrebbe compiuto 100 anni

55

La Fondazione voluta ed autorizzata in vita dalla grande artista ha sede nella Repubblica da San Marino

SAN MARINO – Renata Tebaldi sempre stata circondata da un alone di dignità sacerdotale: la sua personalità era caratterizzata da grande umanità, profondità emotiva, professionalità, rigore ed equità.

La sua voce piena e potente aveva una qualità che si ritrova “una volta ogni cinquant’anni”, come disse Riccardo Zandonai dopo aver ascoltato la Tebaldi quando aveva solo diciotto anni.

Il soprano ha dedicato tutta la sua vita alla musica e all’arte del Belcanto.

Il suo nome brilla ancora sulla Hollywood Walk of Fame, la famosa strada in cui vengono celebrate oltre 2.000 stelle. Ci sono solo 14 italiani tra loro e sono nella lista per il loro contributo all’arte e allo spettacolo. La Tebaldi era la voce italiana per eccellenza, una “voce d’angelo”, come la chiamava Arturo Toscanini, o “Miss sold out”, come fu soprannominata negli Stati Uniti, il paese in cui costruì gran parte della sua carriera e dove sperimentò i più grandi trionfi.

Avrebbe compiuto 100 anni, nata il 1° febbraio 1922.

Oggi il mondo la ricorda: come donna e come artista che ha innegabilmente segnato il mondo della lirica, del belcanto e dell’opera.

La Fondazione Renata Tebaldi celebra i 100 anni dell’artista con un calendario di celebrazioni lungo 1 anno realizzato in partnership con le grandi istituzioni musicali mondiali.

Oggi la giornata è però dedicata alla Repubblica di San Marino, terra che dopo il suo ritiro, Renata Tebaldi scelse come seconda patria.

Qui è stata costituita la Fondazione Renata Tebaldi: è stato per esplicito desiderio dell’artista, che ha affidato ai suoi più cari amici il compito di perpetuare la sua memoria e organizzare un concorso vocale internazionale con l’obiettivo di aiutare i giovani cantanti a intraprendere una carriera artistica. Morì nel 2004 e, sfortunatamente, non potè vedere la prima edizione del “Concorso internazionale di canto Renata Tebaldi”, che, dal 2005, è dedicato ai giovani, fedele alle sue istruzioni e rispettando la sua volontà.

In questo 1° febbraio 2022 sono due i momenti salienti delle celebrazioni: alle ore 11.30 in Via Eugippo, nel cuore del Centro Storico di San Marino, sarà piantata una rosa dedicata al soprano Renata Tebaldi, a indelebile memoria non solo del rapporto fra l’artista e lo stato del Titano ma anche dell’instancabile attività della Fondazione che ne porta il nome.

La piantumazione avviene grazie alla flower designer sammarinese Mara Verbena, che ha personalmente reso possibile l’omaggio.

Alle ore 18 invece la FRT si apre da San Marino al mondo con un evento digitale “Buon Compleanno, Renata!” un abbraccio ecumenico che concluderà, in diretta Facebook, la programmazione dei video messaggi e degli auguri che dai 5 continenti stanno arrivando alla Fondazione dagli amici tebaldiani nel mondo.

In diretta insieme al Presidente della Fondazione Renata Tebaldi, Niksa Simetovic, tre grandi artiste legate affettuosamente a Renata ed alla sua Fondazione, 3 soprani di fama internazionale: Fiorenza Cedolins, Elizabeth Norberg Schulz e Chiara Taigi.

Una persona carismatica e di grande intelligenza, un’artista che ha segnato il suo tempo, generosa ed ironica, che verrà raccontata dagli ospiti della Fondazione Renata Tebaldi al pubblico ed agli amici di Renata.

Ed è solo l’inizio di queste celebrazioni. Per ora, basta dire: Buon compleanno, Renata!