Teatro a Palazzo dei Musei, “L’audaci imprese” dall’Ariosto

Domenica 30 ottobre alle 18.30 spettacolo a ingresso libero nel Lapidario romano

musei-civici-30-ottobre-audaci-imprese-flyerMODENA – Il Lapidario romano dei Musei civici di Modena a Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino, domenica 30 ottobre alle 18.30 si trasforma in spazio teatrale. Ospita, infatti, la rappresentazione dello spettacolo itinerante “L’audaci imprese”, tratto da “Orlando furioso” di Ludovico Ariosto nel quinto centenario della pubblicazione del poema, capolavoro del Rinascimento italiano.

Lo spettacolo, messo in scena con drammaturgia di Gabriele Duma e Andrea Stanisci di “Opificio d’Arte Scenica” è promosso da Ibc (Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna) e realizzato con contributo del Comitato nazionale per le celebrazioni del V centenario della pubblicazione dell’Orlando furioso.

A partire da un antico tomo, due attori narratori, un musicista e due giocolieri maghi, ripropongono l’epica e appassionata vicenda dei paladini narrata da Ariosto nell’opera che il poeta diede per la prima volta alle stampe cinquecento anni fa.

musei-civici-30-ottobre-audaci-impreseIl libro, si legge nella presentazione dello spettacolo, furioso e ironico, complicato e rigoroso come un labirinto, squaderna un racconto in cui “la gran bontà dei cavalieri antiqui” non ha più armi utili a imporsi alla fortuna, cui si affida per migrare, appassionata e disperata fra maghi, incantatrici, re, regine, amori e odi.

Gli uomini e le donne del poema si muovono senza guida da una latitudine all’altra, fra oriente e occidente, alla ricerca di qualcosa che curi e appaghi, mostrando come si perde il senno, che si gonfia, esplode e poi si polverizza, come bolle di sapone.

Fino al 20 dicembre lo spettacolo sarà rappresentato in prestigiose sedi storiche: biblioteche, musei e teatri di città dell’Emilia-Romagna, tra i quali appunto il Palazzo dei Musei di Modena in largo Sant’Agostino.

Lo spettacolo è a ingresso libero per tutti fino a esaurimento dei posti disponibili. Informazioni online (www.museicivici.modena.it).