Tavolo di salvaguardia MAPE Technology srl in Città metropolitana

Si perfeziona il trasferimento dell’azienda di Valsamoggia alla bresciana Streparava Spa – garantiti il mantenimento del sito e la salvaguardia occupazionale

Provincia di BolognaBOLOGNA – MAPE Technology Srl è l’azienda di Valsamoggia località Bazzano che produce organi di trasmissione per motocicli e ciclomotori e che nel 2014 ha rilevato Mape Italia srl, a seguito di una procedura fallimentare.
A maggio scorso, la contrazione della domanda rispetto alla capacità produttiva aveva portato la Società ad avviare una procedura di licenziamento collettivo che aveva allarmato i sindacati e portato alla richiesta alla Città metropolitana del Tavolo di Salvaguardia. Un primo esito degli incontri è stato il ritiro della procedura di mobilità e il ricorso a un contratto di solidarietà.
Nello stesso periodo l’azienda si è attivata per cercare delle possibili soluzioni, giungendo oggi alla formalizzazione dell’accordo per il trasferimento aziendale (art. 47 l.480/90) alla Società bresciana Streparava Spa.
Streparava Group, leader da 65 anni nel settore automotive ed in particolare nel design, produzione e testing di componenti meccanici e moduli complessi. Opera nel settore sia chassis che Powertrain servendo dai principali produttori di motorbike ai maggiori oem’s passanger car, veicoli industriali e mezzi speciali.

Al Tavolo di salvaguardia che si è tenuto il 22 dicembre scorso, Streparava ha presentato le linee del proprio piano industriale, manifestando il concreto interesse, preceduto da un affitto d’azienda, all’acquisizione dell’attività e degli stabilimenti e tracciando una stringente tempistica al fine di garantire la continuità produttiva alla clientela.

Nell’accordo sottoscritto ieri alla presenza del sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno, propedeutico al trasferimento dell’azienda che avverrà con atto notarile il prossimo 30 dic, Streparava ha garantito il mantenimento del sito produttivo e la continuità occupazionale per i 59 dipendenti di Mape Technology.

I rappresentanti istituzionali, Massimo Gnudi consigliere delegato della Città metropolitana e Daniele Ruscigno sindaco del Comune di Valsamoggia, ritengono che l’operazione vada nel senso auspicato di salvaguardia del sito produttivo e dell’occupazione.
“Innanzitutto ringrazio tutti gli attori coinvolti – ha dichiarato il consigliere metropolitano con delega alle Politiche del lavoro (Tavoli di salvaguardia del patrimonio produttivo) Massimo Gnudi – per la disponibilità e il grande senso di responsabilità dimostrato in ogni momento del percorso. Attraverso l’attività del Tavolo metropolitano di Salvaguardia del patrimonio produttivo, in cui si è svolto il confronto relativo al passaggio del compendio aziendale MAPE Technology srl, è stato possibile raggiungere l’importante risultato di mantenere la continuità produttiva del sito e l’occupazione”.

“L’accordo di oggi – ha dichiarato il sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno – rappresenta una grande opportunità di rilancio per una delle storiche aziende del nostro territorio il cui valore aggiunto in termini di esperienza nel settore e di professionalità acquisita dei suoi dipendenti, saranno valorizzate all’interno di un grande gruppo leader nel settore della componentistica per veicoli industriali e ad alte prestazioni. Il rilancio dei siti produttivi di Valsamoggia con nuovi investimenti e il mantenimento di tutti i posti di lavoro, confermano la volontà del nuovo partner di puntare sullo sviluppo dell’azienda nel nostro territorio”.

“La FIOM CGIL – dichiara Stefano Bedetti – con questo accordo ritiene positiva l’acquisizione da parte del Gruppo Streparava di Brescia per rilanciare la Società Mape Technology da tempo in difficoltà, mantenendo tutti i livelli occupazionali e impegnandosi ad investire sul territorio di Valsamoggia”

Il gruppo Streparava si dichiara soddisfatto per l’esito dell’operazione che rappresenta per l’azienda un importante passo per completare la propria gamma prodotti in ambito Powertrain.