Sport per Tutti: dal Campionato Mondiale di Motonautica in Germania, alle Olimpiadi di Rio

6/7 Agosto Motonautica-Kriebstein: per l’Italia, in acqua il campione piacentino Alessandro Cremona

acremoPIACENZA – Ci siamo! E’ iniziato il countdown per le tanto attese Olimpiadi di Rio: ovunque si respira aria di sport: in Italia, oltreoceano, e non da meno anche in Europa con il Campionato Mondiale Cat. O.250 di Motonautica. Una disciplina quest’ultima che non ha mai visto i suoi campioni cimentarsi nelle gare olimpioniche, ma che tutti gli anni riunisce migliaia di appassionati in tutto il mondo.

Sarà la Germania questa volta ad ospitare nel weekend 6/7 agosto 2016 i partecipanti provenienti da oltre 9 nazioni che, agguerriti più che mai, si sfideranno per il titolo mondiale: 20 gli iscritti ma solo 12 potranno partecipare; la giornata di sabato sarà dunque quella decisiva per comporre le batterie di qualifica e il ripescaggio.

A correre per la Motonautica Italiana ci sarà Alessandro Cremona (33), il campione piacentino che si assicurò il titolo mondiale di questa categoria nel 2008 in Florida Lake Alfred – (anno che lo ha visto vincere due mondiali, un europeo e un italiano) e tutt’ora campione mondiale in carica per la cat. O.350. Una stagione non facile la sua, iniziata con un decorosissimo quarto posto al Campionato Europeo F.350 tenutosi da poco a Monticelli D’Ongina, con un motore nuovo dalle prestazioni elevate, ma che fatica a trovare con il pilota il giusto feeling per spaccare l’onda e raggiungere il traguardo desiderato. A sfidarlo ci saranno grandi piloti come l’ungherese Peter Bodor attuale campione in carica della categoria, il finlandese Ilkka Rytkonen, l’inglese Wayne Turner e il connazionale Massimo Rossi che corre con licenza tedesca.

Ad accompagnare Alessandro a Kriebstein, piccolo comune della Sassonia, il suo meccanico di fiducia Leonardo Pavesi, “l’esperto delle eliche” Stefano Luini ed Ezio Cremona, papà di Alex, Presidente dell’Associazione Sportiva Dilettantistica San Nazzaro di Monticelli D’Ongina, nonché navigato esperto della Motonautica Italiana che, con i collaboratori (Max, Paolo, e Michael) faranno cerchio intorno al campione, per metterlo nelle condizioni ottimali e fargli trovare la giusta concentrazione necessaria al raggiungimento della meta.