Rimini: La rabbia che distrugge e guarisce nel monologo di Ilaria Drago

Mercoledì 25 gennaio, ore 21, “Crepare di rabbia, probabilmente” in scena al Teatro degli Atti

crepare_di_rabbia_lowRIMINI – Un uomo solo. Un cellulare utilizzato per registrare la voce e ascoltare le canzoni. Un bar chiuso, nel giorno previsto dal regolamento comunale. Le sedie di plastica bianca sono accatastate con apparente cura. E’ notte, e i piccoli paesi di provincia si assomigliano tutti, indistintamente. Nulla di nuovo, forse.

crepare_di_rabbia2_lowCosì si apre Crepare di rabbia, probabilmente, il monologo scritto da Ilaria Drago e presentato dal Teatro della Centena che debutterà in prima assoluta mercoledì 25 gennaio al Teatro degli Atti di Rimini, (via Cairoli 42, ore 21). Lo spettacolo fa parte della rassegna Tracce D Contemporaneo, la sezione che la Stagione riminese dedica al teatro contemporaneo portando sul palcoscenico alcuni dei più apprezzati autori e interpreti del panorama italiano. Unico protagonista in scena in questa occasione Maurizio Argàn che, attraverso la regia di Fabio Biondi, scava tra ricordi, emozioni, esperienze e legami del passato e del presente. Ilaria Drago scrive della “rabbia” che distrugge e risana: la storia di un uomo che cuce ricordi d’amore e lotta, di perdite drammatiche e improvvise nascite. Di una rabbia che ferisce, ma non uccide la speranza.

Sento il tuo fiato.
Il respiro tronco, stento… lo sento da lontano e in me qualcosa già muore.
Ti vengo a cercare, ti vengo a cercare là dove sei, dove sei rimasto piegato.
Ti vengo a prendere… ogni giorno ci vengo! Perché non ho più occhi da quella notte, non ho più mani e una vita tutta mia. Ti vengo a cercare anche nelle fogne, nella polvere che non dà respiro, nell’immondizia, nelle carte stracce di scritte ripiegate. Ti vengo a cercare e non ho pace. Quella l’ho lasciata indietro, ai tuoi giochi di bambino, alle tue sigarette storte, alle tue lacrime di stanchezza. Non ho una vita mia, non ce l’ho da quando sei partito. Ogni cosa la misuro con il tuo passo e dentro sono inginocchiato da quando mi hai lasciato. Sento

Teatro della Centena

CREPARE DI RABBIA, PROBABILMENTE

Teatro della Centena

mercoledì 25 gennaio, ore 21 – Teatro degli Atti (non numerato)

Tracce D Contemporaneo

scritto da Ilaria Drago

interpretato da Maurizio Argàn

diretto da Fabio Biondi

foto di Luca Di Bartolo

coproduzione Teatro della Centena, Resextensa

Biglietti
Platea e galleria € 12 – Ridotto € 10
Under 29 con CultCard € 8

Info biglietteria
La biglietteria del Teatro Novelli è aperta dal martedì al sabato dalle 10 alle 14, martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17.30. Info biglietteria: 0541.793811.

E’ possibile acquistare i biglietti anche on line. Basta andare sul sito www.teatroermetenovelli.it e cliccare su “Biglietteria on line”. Dopo essersi registrati sarà possibile scegliere i posti e acquistare i biglietti pagandoli con carta di credito o Paypal.

Il programma completo con tutti gli spettacoli della Stagione teatrale, gli altri appuntamenti fuori abbonamento e tutti gli aggiornamenti sul sito www.teatroermetenovelli.it e sulla pagina facebook fb.com/teatronovelli.