Parma, “Come una volta”, il gran mercato della biodiversità

Casa cs Come una volta Da sabato 5 a mercoledì 23 dicembre in piazza Garibaldi

PARMA  – Si rinnova l’appuntamento con il gran mercato della biodiversità: “Come una volta”, l’inaugurazione è in programma, in piazza Garibaldi, sabato 5 dicembre, alle 17. Qualità, tradizione e biodiversità sono gli elementi caratterizzanti di una manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, in cui i prodotti tipici del territorio la faranno da padrone assieme agli animali che lo contraddistinguono: dal Po all’Appennino. Suino nero, tacchino del ducato e pecora cornigliese saranno fra i protagonisti della kermesse assieme alle loro storie e al loro passato, accanto a degustazioni, laboratori didattici, masterclass e showcooking. Per info: www.comeunavoltaparma.it.

L’iniziativa è stata presentata ieri mattina, nel corso di una conferenza stampa, dall’assessore al turismo e commercio Cristiano Casa, dal delegato provinciale all’agricoltura Claudio Moretti, da Massimo Spigaroli presidente del Consorzio del Maiale Nero, con loro anche gli sponsor che hanno sostenuto l’evento: per Intesa Sanpaolo ha partecipato Barbara Meli responsabile per le relazioni con il territorio e Massimo Bagatti amministratore di Bct Automotive. L’evento è promosso dal Consorzio del Suino Nero di Parma con il patrocinio e co-organizzazione del Comune di Parma, assessorato al Commercio, e con il coinvolgimento della Provincia di Parma, servizio Agricoltura e Risorse Naturali. Partner dell’iniziativa Iren, Intesa Sanpaolo e BCT Automotive.

“”Come una volta” – ha spiegato l’assessore al commercio e turismo Cristiano Casa – si inserisce nell’ambito delle iniziative volte a promuovere Parma ed il suo territorio come Ingrediente Parma, il Festival del Prosciutto, Novembre Porc e che vedono il suo naturale approdo nella candidatura di Parma a città creativa Unesco per la Gastronomia. Mettiamo in campo i nostri prodotti di qualità nel periodo di Natale, attraverso un’iniziativa di prestigio che intende catalizzare l’interesse dei parmigiani e dei turisti in nome di una cultura del cibo che ci è, per altro, riconosciuta”.

Claudio Moretti, delegato della Provincia all’agricoltura, ha posto l’accento sui valori di cui li mercato è portatore: quelli della biodiversità, della cultura e dell’attenzione per i prodotti di qualità del territorio e della sua filiera. “Il mercato sarà l’occasione anche per i ragazzi delle scuole – ha concluso – di andare alla riscoperta di questi valori tipici del mondo agricolo e di una cultura che ha saputo resistere alla globalizzazione, per scoprirne le differenze e le peculiarità”.

Massimo Spigaroli, Presidente del Consorzio del Maiale Nero, ha ribadito la necessità di puntare sulle eccellenze del territorio e di fare del cibo di qualità una sorta di ambasciatore di Parma nel mondo. “Proporremo, in occasione del mercato, gli anolini da asporto e il lambrusco delle nostre terre – ha spiegato – in una contesto in cui il cibo diventa l’occasione per parlare della cultura ad esso legata, per ritornare, anche da parte dei giovani, a scoprire chi produce e chi porta avanti una cultura basata sulle tradizioni, ma che guarda al futuro nel segno dell’innovazione”. Da parte degli sponsor Intesa Sanpaolo e Bct Automotive è stato espresso apprezzamento per un iniziativa che si contraddistingue per la sua peculiarità.

Sarà, quindi, un dicembre all’insegna della biodiversità. Dopo il successo della prima edizione, ritornano in piazza Garibaldi incontri, approfondimenti, enogastronomia, produttori e allevatori con animali ed eccellenze del nostro territorio, per saperne di più sul valore della biodiversità in agricoltura, anche a livello locale. È “Come una volta”, il gran mercato della biodiversità, in programma da sabato 5 a mercoledì 23 dicembre, un luogo in cui riscoprire i sapori di un tempo, le tradizioni della nostra terra, lo spettacolo del gusto e la magia del pranzo di Natale. Perché ‘Come una volta?’ Perché come un tempo ormai lontano produttori e allevatori verranno in città per proporre il frutto del loro lavoro.“Come una volta” sarà una grande kermesse prenatalizia e piazza Garibaldi si presenterà in una veste insolita: una grande tensostruttura ospiterà animali, casette in legno accoglieranno agricoltori e produttori, i Portici del Grano si riempiranno di bancarelle e ci sarà anche un’area eventi.

La Pecora Cornigliese, il Suino Nero, il Tacchino del Ducato, sono antichissime specie del parmense e saranno protagoniste della manifestazione, così come i frutti autoctoni giunti fino a noi grazie al sapiente lavoro dei ‘contadini custodi’. Ma ‘Come una volta’ non è solo questo, si potranno trovare dai salumi al miele, dagli ortaggi di stagione alla birra biologica, dalle uova alle salse e composte e tutto quanto non può mancare sulla tavola del Natale. Le degustazioni, i laboratori didattici, le masterclass, gli show cooking saranno all’ordine del giorno, così come gli incontri e gli spettacoli musicali con melodie che fanno parte della nostra storia. Molto di tutto questo è dedicato ai più piccoli, ai consumatori di domani, con la speranza che possano essere più consapevoli: per loro, oltre alla magia degli animali da vedere e toccare, anche numerose attività didattiche legate alla fattoria. Con questa seconda edizione si vuole consolidare un’iniziativa che punta a promuovere la biodiversità, un valore che consente ai consumatori di poter scegliere in nome della qualità e strumento per affermare le peculiarità di un territorio a fronte della continua omologazione.