Parma: Minimo Garantito, consumi di luce, acqua e gas, ed esenzione al ticket sanitario

Pubblicati gli avvisi pubblici per la concessione dei contributi di sussistenza a integrazione. Le domande si possono presentare dal 14 febbraio al 30 novembre 2017

municipio11PARMA – Anche per quest’anno 2017, il Comune di Parma eroga interventi economici su domanda diretta del cittadino, finalizzati a promuovere l’autonomia personale e familiare delle persone in stato di disagio sociale ed economico.

I cittadini residenti nel Comune di Parma, con ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) inferiore o uguale a 7.500 euro (6.500,00 per l’esenzione al ticket) possono presentare domanda dal 14 febbraio al 30 novembre 2017 per:
contributi di sussistenza a integrazione del Minimo vitale (Minimo Garantito)
contributo per sconto sui consumi
esenzione al ticket sanitario

La domanda deve essere compilata utilizzando l’apposito modulo in distribuzione:
presso il Direzionale Uffici Comunali (D.U.C.), Largo Torello De Strada, 11/A, Parma,
presso le sedi dei Poli Sociali Territoriali;
scaricabile dal Portale Internet del Comune di Parma all’indirizzo www.comune.parma.it.

La domanda deve essere presentata agli sportelli polifunzionali del Duc e/o presso il Servizio Sociale competente per territorio fino al 30 novembre 2017 secondo i seguenti orari:
– al D.U.C Centro Servizi al Cittadino, Largo Torello De Strada, 11/a – lunedì e giovedì dalle 08.15 alle 17.30; martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 08.15 alle 13.00;
– al Servizio Sociale (competente per territorio): lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle 09.00 alle 12.00; giovedì dalle 08.15 alle 13.00 e dalle 13.30 alle 17.30;
– Parma Centro San Leonardo Cortile S. Martino Via Verona 36/a;
– Montanara Vigatto Molinetto – Via Carmignani 9/a;
– Lubiana Cittadella S. Lazzaro – Piazza della Pace 1;
– Pablo Golese San Pancrazio Oltretorrente – Via Marchesi 37;

Possono presentare richiesta di contributo i cittadini che, alla data di presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:
a) residenza nel Comune di Parma;
b) per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea, il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità;
c) ISEE del nucleo familiare calcolato ai sensi del DPCM n.159/2013 inferiore o uguale a € 7.500,00 (per l’esenzione al ticket inferiore o uguale a € 6.500,00);
d) patrimonio mobiliare del nucleo familiare, calcolato ai sensi del DPCM n.159/2013 e successive modifiche ed integrazioni, al lordo della franchigia prevista, non superiore a € 5.000,00;
e) patrimonio immobiliare, calcolato ai sensi del DPCM n.159/2013, di valore inferiore o uguale a € 15.000,00, con esclusione dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale (compresa di una sola pertinenza) in cui risiede il nucleo familiare richiedente e ricompresa in una delle seguenti categorie catastali: A/2,A/3,A/4,A/5,A/6.

Contributi di sussistenza a integrazione del Minimo vitale (Minimo Garantito)
Sono destinatari potenziali del contributo di sussistenza i cittadini residenti nel Comune di Parma rientranti in una delle seguenti categorie:
persone di età uguale o superiore a 65 anni che vivano soli o in coppia con altro anziano/a e che siano privi di figli;
persone di età uguale o superiore a 65 anni con figli presenti all’interno del nucleo familiare se anche il reddito di questi ultimi rientra nei parametri del Minimo vitale calcolato;
persone adulte affette da invalidità permanente formalmente accertata e di grado non inferiore al 74% che si trovino in condizione di disagio economico, all’interno di un nucleo in disagio socio-economico;
persone di età uguale o superiore a 65 anni che, pur avendo figli non conviventi, si trovino in una situazione caratterizzata da grave conflittualità relazionale non di carattere occasionale certificata da una relazione dell’Assistente Sociale. In tale ipotesi, il Servizio Sociale ha facoltà di rivalersi sul figlio fino a concorrenza delle somme erogate a titolo di minimo vitale.
La misura del contributo viene determinato su base annua con riferimento alla differenza tra il complesso delle disponibilità economiche accertate (calcolate al netto delle ritenute di legge e al netto dell’eventuale canone di locazione) e l’importo del Minimo Vitale stabilito. L’importo del contributo di sussistenza è determinato scomputando dal reddito le spese sostenute per il canone di locazione, se intestato al richiedente, e integrandolo fino a concorrenza dell’importo del Minimo vitale. Per le persone prive di reddito documentabile, il contributo viene calcolato attribuendo un reddito minimo presunto, corrispondente all’importo dell’assegno sociale, fatta salva la possibilità di ulteriori accertamenti. In caso di altre persone conviventi all’interno del nucleo familiare anche il reddito e il patrimonio di tali persone devono rientrate nei parametri per il calcolo del Minimo Vitale.

Contributo per sconto sui consumi
Gli sconti sui consumi possono essere concessi alle persone residenti nel Comune di Parma e che abbiano un Contratto di fornitura diretto o condominiale intestato al richiedente o persona appartenente al nucleo familiare del richiedente e residente nell’abitazione per cui viene richiesto il contributo.
Il contributo per sconto sui consumi è previsto da un minimo annuo di € 400,00, per nuclei familiari composti da un solo componente, a un massimo annuo di € 1150,00 per i nuclei familiari composti da 6 o più componenti.
L’importo dello sconto è ridotto del 20% agli inquilini di alloggi di edilizia residenziale pubblica, a coloro che, per qualsiasi titolo o motivo, non sono tenuti al pagamento di alcun canone di affitto, e ai potenziali beneficiari dell’agevolazione sul servizio idrico e/o del Bonus gas e energia (la detrazione verrà applicata a prescindere dall’effettiva richiesta di agevolazione e/o bonus, considerata l’opportunità di poter usufruire

Esenzione al Ticket
L’esenzione al Ticket sanitario è rivolta ai cittadini iscritti al SSN residenti nel Comune di Parma che si trovino in una condizione di disagio socio-economico valutato attraverso il calcolo dell’indicatore della Situazione Economica (ISE) di cui al DPCM. 159/13. E’ inoltre rivolta al personale religioso residente nel Comune di Parma, che osservi il consiglio evangelico di povertà.
L’esenzione ticket viene concessa annualmente, sulla base delle disponibilità finanziarie ai cittadini in possesso dei requisiti, a cui viene rilasciato un tesserino nominativo che attesta l’assunzione del ticket a carico del Comune di Parma.