A Parma l’ottantesimo della morte di Guido Picelli: “Sulle barricate della libertà 1937 – 2017”

4 e 5 gennaio, due giornate contrassegnate da una serie di eventi

municipio11PARMA – Ricorre l’80° anniversario della morte di Guido Picelli e Parma si appresta a rendergli omaggio con una due giornate, il 4 ed il 5 gennaio, contrassegnate da una serie di eventi a cura di: Associazione italiana combattenti volontari antifascisti di Spagna, Anpi provinciale Parma, Anppia, Centro Studi Movimenti Parma, Cgil Parma, con il patrocinio di Comune di Parma, Provincia di Parma, Regione Emilia Romagna, Camera de Deputati e Iren.

“Sulle barricate della libertà, 1937 – 2017” è il titolo della due giorni in programma mercoledì 4 gennaio e giovedì 5 gennaio.

Mercoledì 4 gennaio, nella del Sala del Consiglio comunale, nel Palazzo del Municipio, alle ore 17, è in programma l’incontro delle delegazioni di Barcellona, Guadalajara, Madrid e Mirabueno con le associazioni antifasciste e le autorità di Parma, Regione Emilia Romagna e Camera dei Deputati. Sempre mercoledì 4, alla Casa della Musica, nella sala dei concerti (primo piano), in piazzale San Francesco, alle ore 21.00, “Barricaderos Antifascisti parmigiani alla guerra di Spagna”, seminario internazionale di studi con interventi di Pedro Garcia Bilbao, Carlos Vallejo; Calderon e Marco Severo; A cura del Centro studi movimenti, con il Patrocinio di Regione Emilia Romagna e Comune di Parma.

Giovedì 5 gennaio, in Piazza Picelli, alle ore 10.30, Commemorazione di Guido Picelli, a cura di Anppia, Anpi, Alpi, Apc, Aned, Aicvas, Cgil-Camera del Lavoro territoriale di Parma e Comitato antifascista per la memoria storica, in collaborazione con il Comune e la Provincia di Parma. Partecipano le delegazioni di Barcellona, Guadalajara, Madrid e Mirabueno, l’Associazione degli Amici delle Brigate internazionali, l’Associazione degli ex prigionieri politici del franchismo, il Foro nazionale della memoria – Foro di Guadalajara, le Commissioni operaie di Catalogna e il Memoriale democratico del Governo di Catalogna.

Sempre giovedì 5 gennaio, Borgo del Naviglio, alle 17, piazzetta de L’avèrta, “La città dei sovversivi”, visita guidata ai luoghi dell’antifascismo popolare, a cura del Centro Studi e Movimenti. cura del Centro studi movimenti