Paolo Giordano apre il festival “La Bellezza delle Parole”

Per tre giorni scrittori e poeti protagonisti a Cesena

CesenaCESENA – Partenza col botto per “La bellezza delle parole”, la rassegna letteraria che, giunta alla sesta edizione, porterà a Cesena fine settimana cesenate grandi protagonisti della narrativa italiana, pronti a incontrare il pubblico per parlare dei loro libri e svelare i segreti del loro lavoro letterario.

Ad aprire la rassegna, venerdì 8 giugno alle 18.00 al Chiostro di San Francesco, sarà uno degli autori più quotati dell’ultima generazione: si tratta di Paolo Giordano, già vincitore del Premio Strega con il suo romanzo d’esordio “La solitudine dei numeri primi”. In dialogo con Angela Rastelli, editor della narrativa italiana Einaudi, lo scrittore parlerà del suo ultimo romanzo “Divorare il cielo”, in cui torna a raccontare la giovinezza, e poi l’azzardo di diventare adulti. Ambientato in Puglia, il libro è la storia di Teresa e parte dal suo incontro con «quelli della masseria», Nicola, Tommaso e Bern: sono ragazzi della sua età, ma hanno esperienze molto diverse dalla sua, e avvicinandosi a loro, Teresa vive l’esperienza di un amore totale e di un’amicizia il cui ricordo l’accompagnerà per la vita.

In caso di maltempo, l’incontro con Paolo Giordano si svolgerà al Cinema Eliseo.

CesenaNato a Torino nel 1982, Paolo Giordano si è laureato in Fisica all’Università degli Sudi di Torino, per poi conseguire nel medesimo ateneo un dottorato di ricerca in fisica delle particelle. Nel 2006-2007 ha frequentato due corsi esterni alla Scuola Holden e ha pubblicato diversi racconti. Nel 2008, a soli 26 anni, scrive il suo primo romanzo “La solitudine dei numeri primi”, una riflessione sul disagio giovanile, con cui vince il Premio Strega e il Premio Campiello Opera Prima e riscuote un grande successo di pubblico, venendo tradotto anche all’estero. Il successo si rinnova nel 2010 quando “La solitudine dei numeri primi” diventa un film diretto da Saverio Costanzo. Negli anni successivi pubblica i romanzi “Il corpo umano” (2012) e “Il nero e l’argento” (2014), mentre per il teatro scrive “Galois” e “Fine pena:ora”. Collabora con il “Corriere della Sera”.

Si ricorda che sempre venerdì 8 giugno, alle 20.45 presso la Biblioteca Malatestiana si terrà il gran finale del Premio Selezione Bancarella, collegato all’iniziativa “Un libro premia per sempre – Il Bancarella nelle Scuole”, organizzata da Confesercenti in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione. Alla serata interverranno tutti i finalisti del Premio pontremolese: Guido Marangoni, autore del libro “Anna che sorride alla pioggia”; Marco Cosentino,Domenico Dodaro, Luigi Panella, autori di “I fantasmi dell’impero”; Jessica Fellowes, autrice de “L’assassinio di Florence Nightingale Shore”; Dario Correnti, autore di “Nostalgia del sangue”; Paolo Rumiz, autore di “La regina del silenzio”; e Dolores Redondo, autrice di “Tutto questo ti darò”.

Il programma dei giorni successivi

“La Bellezza delle Parole” prosegue sabato 9 giugno: alle ore 11 in Biblioteca Malatestiana si terrà l’incontro con Donatella di Pietrantonio, autrice di “L’Arminuta”, mentre alle ore 17, sempre in Biblioteca, arriverà Marco Balzano con il suo ultimo romanzo “Resto qui”. Alle 18.30 l’appuntamento è al Chiostro di San Francesco con il reading di Tiziano Scarpa, che leggerà poesie tratte dalla sua ultima raccolta “Le nuvole e i soldi”, alternandole a brani del suo romanzo “Il cipiglio del gufo”.

Infine, alle 21.15, sul palco del Chiostro di San Francesco arriverà l’istrionico Roberto Mercadini che, in anteprima assoluta, presenterà a modo suo il suo romanzo “Storia perfetta dell’errore” (Rizzoli editore).

Il programma di domenica 10 giugno, infine, prevede alle 11.30 in Biblioteca Malatestiana l’incontro con Andrea Marcolongo e il suo nuovo libro “Il Mito e l’oggi”, mentre alle 17 arriverà Paolo Onori a presentare il suo primo romanzo “Fare pochissimo”.

Alle 18.30, al Chiostro di San Francesco, andrà in scena “Kafka a Berlino”, vorticoso reading fra parole e musica con Massimo Zamboni.

“La Bellezza delle Parole” si chiuderà alle 21.15 nell’inedita cornice di Corte Zavattini 31, con il recital “I libri di Oz” con Chiara Lagani e Mara Cerri, a cura di Cristallino Festival.

Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito.

“La Bellezza delle Parole” è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena con il contributo della Regione Emilia – Romagna, e rientra nelle iniziative di “Il maggio dei libri”. La direzione artistica è affidata a Emiliano Visconti.

Informazioni: Biblioteca Malatestiana – 0547 610892 – cesena cultura@comune.cesena.fc.it –facebook.com/bellezzadelleparole – www.cesenacultura.it – www.malatestiana.it