Modena da scoprire e riscoprire e la Pimpa protagonisti a weekend ai musei

spinetta dei musei civiciConcerti con strumenti antichi, laboratori per bambini e una nuova guida della città per un altro fine settimana culturale

MODENA – Sabato 14 e domenica 15 novembre a Palazzo dei Musei di Modena in largo S. Agostino, dove sono aperti i musei e la caffetteria, sarà un altro fine settimana di cultura tra musica, una divertente animazione per i bimbi e la presentazione di una nuova guida alla città per scoprirla e riscoprirla. È il menu del nuovo weekend di “Metti l’autunno in museo. Inediti percorsi tra arte, archeologia e storia ai Musei civici di Modena”, rassegna di iniziative gratuite con spettacoli, concerti, incontri con artisti ed esperti, incontri per bimbi e famiglie.

la PimpaSabato 14 novembre alle 17 nella Sala di Arte Sacra dei civici a Palazzo dei Musei l’appuntamento è con “Gli strumenti a tastiera del Museo civico d’Arte: la spinetta pentagonale, il clavicembalo Termanini e l’organo a canne”. Antichi strumenti del Cinque e Settecento tornano a suonare nel concerto di Davide Zanasi preceduto da un breve intervento dell’organaro Marco Fratti, restauratore dell’organo e della spinetta. L’iniziativa rientra nell’ambito del “Modena Organ Festival” il cui scopo è valorizzare gli strumenti di pregio del territorio comunale di Modena coinvolgendo i maggiori artisti internazionali e i giovani musicisti di talento.

Domenica 15 novembre, il pomeriggio prevede invece due appuntamenti realizzati in collaborazione con la casa editrice Franco Cosimo Panini. Si inizia alle 15.30 nel laboratorio didattico “Dida”, al piano terra di Palazzo dei Musei, con “Pimpa va al museo”: una divertente animazione che ha come protagonista il noto personaggio di Altan, seguita da un laboratorio creativo in cui i bambini dai 4 ai 10 anni realizzano un burattino a tema. La partecipazione libera e gratuita per tutti.

Modena da scoprireIl secondo appuntamento di domenica è alle 17 nella Sala dell’Ex Oratorio sempre a piano terra di Palazzo dei Musei, dove gli storici modenesi Grazia Biondi e Rolando Bussi presentano la guida “Modena, una città da scoprire e riscoprire”, con un saggio introduttivo di Albano Biondi. Modena è stata nei secoli tante altre città – spiega la scheda di presentazione della nuova guida edita Franco Cosimo Panini – ciascuna delle quali ha lasciato qualcosa a quella che l’ha seguita: la Modena romana, la Modena medievale, la Modena dei canali, la Modena capitale estense, la Modena risorgimentale, fino ad arrivare alla Modena di oggi, che già sta diventando qualcos’altro. L’autore Rolando Bussi propone al lettore otto percorsi attraverso il centro alla riscoperta delle sue bellezze – dal Duomo al Palazzo Ducale passeggiando per via Emilia fino al Palazzo dei Musei e tanto altro – per invitarlo a vivere Modena con uno sguardo attento che, dopo aver indagato nel passato, impara ad apprezzare e a godere la città nel suo presente. Ad affiancare i testi ci sono le piantine dei percorsi illustrate dalla grafica Laura Manicardi e le foto di Francesco Rinaldi, autore del sito (www.laguidadimodena.it), che gettano ciascuno sulla città il proprio sguardo di ventenni.

INFO – Informazioni online sul sito dei Musei (www.museicivici.modena.it).