Ferrara, condannati per l’utilizzo di patente falsa

Alfa-Romeo-Polizia-MunicipaleFERRARA – Si sono conclusi con una condanna i procedimenti a carico di P.S e E.J. di nazionalità nigeriana, T.T. e N.A.A.J, di nazionalità camerunese, per aver guidato con patente di guida falsa.

Sono stati inflitte pene detentive dai 3 ai 6 mesi, nonché comminate ammende per migliaia di euro oltre al pagamento delle spese processuali, aggravate dal reato di guida senza patente ai sensi del Codice della Strada, recentemente depenalizzato.

Fenomeno in espansione quello dei documenti falsi che da tempo la Polizia Municipale Terre Estensi cerca di arginare. I fatti che hanno portato alle condanne risalgono infatti agli anni 2013 e 2014, quando, durante un controllo di polizia stradale e, in due casi, in seguito ad un sinistro, gli Agenti percepivano la falsità dei documenti. Essa veniva poi verificata e confermata da un Ufficio di Certificazione di riconosciuta esperienza, che permetteva ai Pubblici Ministeri di convalidare il sequestro dei documenti e proseguire con il procedimento penale, fino alle odierne condanne.

Nel frattempo, per riconoscere autonomamente la falsità dei documenti e perseguire più facilmente questi reati (32 notizie di reato nel biennio 2014/2015), il Corpo di Polizia Municipale Terre Estensi si è dotato di idonea attrezzatura e ha formato alcuni operatori, costituendo un apposito Nucleo di Certificazione.