Ferrara, Assessorato alla cultura: nella Biblioteca Ariostea iniziativa dell’associazione ‘De Humanitate Sanctae Annae’

Giovedì 12 novembre alle ore 17. “Luoghi e personaggi significativi logo Comune Ferraradella grande guerra: l’assistenza sanitaria e la pittura metafisica a Ferrara”

FERRARA – Giovedì 12 novembre alle ore 17 nella Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea (via Scienze, 17) l’Associazione De Humanitate Sanctae Annae – in collaborazione con l’Associazione Culturale di Ricerche Storiche “Pico Cavalieri” e con la Casa Editrice Faust Edizioni di Fausto Bassini – racconterà per bocca di storici valenti e ricercatori locali il grande cuore di Ferrara nel quadriennio 1915-18, con l’ausilio di immagini rare o inedite. Durante l’iniziativa, organizzata nell’ambito di un progetto rientrante nel programma ufficiale delle commemorazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si scoprirà che in quel periodo la nostra città non si limitò alla pur consistente attività ospedaliera dei reparti sanitari militari e del nuovo Sant’Anna: ben presto sorsero Associazioni, Comitati e iniziative di solidarietà e assistenza ai profughi, agli orfani dei caduti per la Patria e alle famiglie in difficoltà. Dal Posto di Conforto presso la stazione ferroviaria all’attività della Croce Rossa, dai Giovani Esploratori alla Casa del Soldato, con un particolare focus sull’ospedale militare di Aguscello diretto dal Professor Gaetano Boschi, che ospitò soldati-artisti del calibro di De Chirico e Carrà, inventori della grande Pittura Metafisica.

Interverranno Gianluca Lodi (Consigliere dell’Associazione De Humanitate Sanctae Annae), Vittoria Benetti (insegnante, Vice Presidente FIDAPA di Ferrara), Donato Bragatto (Storico, Presidente dell’Associazione Culturale di Ricerche Storiche “Pico Cavalieri” di Ferrara), Guido Antonioli (Insegnante, Associazione culturale di ricerche storiche “Pico Cavalieri” di Ferrara), Pietro Genovese (Direttore del Dipartimento di Riabilitazione, ospedale di Monselice), Paolo Sturla Avogadri (Documentarista, saggista, Presidente Istituto Nastro azzurro di Ferrara).