Da domani a Cesena il Senso della vita di Emma

DSC_0701_sve_paravidino_leo_cambiale_bazzoli_foto Le Pera webIl nuovo romanzo teatrale di Fausto Paravidino in scena da giovedì 1 a domenica 4 febbraio al Teatro Bonci

CESENA – Fausto Paravidino, regista, attore e autore di cinema e teatro, tra le firme più rilevanti della drammaturgia italiana degli ultimi quindici anni, ha scritto per la scena il romanzo teatrale di una famiglia che va dagli anni Sessanta – quando i genitori di Emma, ragazza misteriosamente scomparsa, si incontrano – fino ai giorni nostri: fresco di debutto, IL SENSO DELLA VITA DI EMMA arriva al Bonci di Cesena, in esclusiva regionale per la stagione, da giovedì 1 a domenica 4 febbraio 2018.

Una fitta rete di relazioni fra due famiglie di amici tracciano l’affresco di quattro decenni di vita italiana. Il tratto pungente e affilato della scrittura di Paravidino, che modella i personaggi attraverso i dialoghi, dà vita a un racconto che parla di arte, politica, terrorismo, relazioni, ecologia e scelte. E, come un puzzle, ricostruisce lentamente il volto di una donna.

DSC_0658_sve_paravidino_cambiale_foto Le Pera webSiamo all’opening di una galleria, tra i quadri c’è un ritratto femminile. Comincia così la storia di Emma, raccontata e agita dalle persone della sua vita: la madre, il padre, il fratello, la sorella, gli amici dei genitori, il parroco, una vicina. Emma non parla perché non c’è. È scomparsa volontariamente, come la madre, quando era incinta di lei, era scomparsa: ma allora sapevano tutti dov’era, da Clara e da Giorgio, i suoi amici. Emma, invece, nessuno sa dov’è. Si sa che non ha più il profilo Facebook né il telefono, che è stata avvistata in Kosovo e che ci sono due persone che ricevono notizie di lei. Si sa che sta bene. E che, prima che cali la tela, tornerà.

Giovedì 1 alle ore 20.30, nel foyer, è previsto il WikiBonci: il critico teatrale Alex Giuzio introduce lo spettacolo (progetto a cura di Altre Velocità).
Sabato 3 alle 17.30, ancora nel foyer del Teatro, è in programma Conversando di teatro: la compagnia incontra il pubblico per condividere spunti, impressioni, dubbi e sorprese della messa in scena. Ingresso libero.
Sabato 3 lo spettacolo, alle ore 21, sarà audiodescritto per non vedenti e ipovedenti.

di seguito la locandina sintetica

IL SENSO DELLA VITA DI EMMA
di Fausto Paravidino
regia FAUSTO PARAVIDINO
con Fausto Paravidino, Iris Fusetti, Eva Cambiale, Jacopo Maria Bicocchi, Angelica Leo
e con Gianluca Bazzoli, Giuliano Comin, Giacomo Dossi, Marianna Folli, Veronika Lochmann, Emilia Piz, Sara Rosa Losilla, Maria Giulia Scarcella
produzione TEATRO STABILE DI BOLZANO – CSC CENTRO SERVIZI CULTURALI
S. CHIARA TRENTO – COORDINAMENTO TEATRALE TRENTINO

durata 3 ore e 15 minuti compreso intervallo

TEATRO BONCI, piazza Guidazzi – Cesena
da giov. 1 a sab. 3 febbraio (ore 21), dom. 4 febbraio (ore 15.30)
(abbonamento teatro 8)

giovedì 1 ore 20.30, foyer del Teatro
WikiBonci
Alex Giuzio introduce lo spettacolo
progetto a cura di Altre Velocità

sabato 3 ore 17.30, foyer del Teatro
Conversando di teatro
la Compagnia incontra il pubblico

progetto “Un invito al Teatro – No limits”: lo spettacolo di sabato 3 sarà audiodescritto per non vedenti e ipovedenti. Per informazioni e/o prenotazioni è possibile contattare il Centro Diego Fabbri di Forlì: info@centrodiegofabbri.it tel. 0543 30244

prezzi: intero € 25, ridotto € 18, speciale Giovani e loggione € 15
speciale Scuola € 10
prevendita €1

biglietteria 0547 355959 – info@teatrobonci.it
orari di apertura martedì-sabato dalle 10 alle 12,30 e dalle 16,30 alle ore 19