Autovelox, lunedì 7 novembre comincia la sperimentazione a Bologna

Tre settimane di informazione e prevenzione. Dal 28 novembre eleveranno sanzioni

BOLOGNA – Da lunedì 7 novembre comincia la fase di sperimentazione per gli autovelox di viale Panzacchi e di via Stalingrado a Bologna. Per tre settimane i dispositivi entreranno in funzione senza elevare sanzioni. In questo periodo diverse pattuglie di vigili urbani saranno impegnate nelle vicinanze degli autovelox per un servizio di informazione e prevenzione e ricorderanno agli automobilisti che il limite di velocità è di 50 chilometri orari. Gli autovelox infatti non introducono un nuovo divieto ma accertano il rispetto di un limite sancito dal Codice della Strada, purtroppo non sempre rispettato, con conseguenze molto gravi in termini di sicurezza.

Gli autovelox, i primi fissi nella città di Bologna, sono installati su due luoghi tra i più pericolosi per numero di incidenti, causati per la maggior parte proprio dalla velocità elevata dei veicoli: viale Panzacchi, in prossimità dell’intersezione con via Savenella, e via Stalingrado, immediatamente a sud dell’innesto con la tangenziale. Gli autovelox si trovano nello spartitraffico centrale delle due strade e coprono entrambi i sensi di marcia. I dispositivi saranno segnalati da cartelli stradali luminosi, già installati, che saranno accesi lunedì 7 novembre. L’attivazione e il sanzionamento da parte degli autovelox cominceranno lunedì 28 novembre.