Al via il progetto europeo ‘In common Sports’ targato Erasmus Plus

L’obiettivo è promuovere l’attività fisica tra gli over 60

comune-cesenaCESENA – Cesena continua la sua adesione ai valori europei di Erasmus Plus, il programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

E’ infatti targato Erasmus Plus, il progetto “In common sports’ che vede la partecipazione della nostra città per promuovere l’esercizio fisico tra le persone in età avanzata, considerato che l’aumento della longevità non sempre si traduce in una vita sana, autonoma e di qualità. Ormai è noto l’effetto benefico dell’attività fisica sul miglioramento della composizione corporea e, di conseguenza, della riduzione dei fattori di rischio di diverse patologie tipiche della società contemporanea ed in particolare della terza età.

Per lo sviluppo di questo progetto il Comune di Cesena ha aderito a un partenariato composto da enti e organizzazioni di cinque paesi membri dell’Unione europea: il Comune di Vila Nova de Cerveira (Portogallo), l’Istituto Politecnico di Viana de Castelo (Portogallo), dei Comuni di Trikala (Grecia) e Aksakovo (Bulgaria), e della società di comunicazione ungherese Zöldpont Egyesület es Szerkesztöseg.

“In common sports” prevede una serie di azioni integrate, che vanno dalla ricerca, alla diffusione di buone pratiche, fino alla vera e propria promozione sportiva tramite l’organizzazione di competizioni sportive dedicate agli over 60, ma aperte allo scambio intergenerazionale.

Lo scopo è analizzare l’incidenza del fattore motivazionale – associato ad una competizione sportiva – nel condurre esercizio fisico regolare nella popolazione anziana.

Appena partite con il nuovo anno, le iniziative di ‘In common sports’ avranno una durata di 36 mesi, per concludersi definitivamente il 31 dicembre 2020.

Il costo complessivo del progetto finanziato dalla Commissione Europea è di 316.986 euro, di cui 67.989 euro a favore delle attività che verranno sostenute dal Comune di Cesena.

“Siamo molto soddisfatti di poter avviare questo nuovo progetto: anche in questo caso si evidenzia l’importanza di lavorare in un ampio contesto europeo, capace di creare opportunità calate nel territorio, come in questo frangente, in cui si pone l’accento sul valore dello sport per la nostra città – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi, l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale ed Europa Francesca Lucchi e l’Assessore alla Cultura e allo Sport Christian Castorri. Non a caso nel 2014 abbiamo ricevuto l’investitura ufficiale di ‘Città europea dello sport’ e siamo alla costante ricerca di iniziative che promuovano l’attività fisica e i suoi molteplici valori per i cittadini di tutte le età. ‘In common sports’ si inserisce alla perfezione all’interno delle linee programmatiche 2014-2019 dell’Amministrazione, che prevedono la realizzazione di un ‘Distretto dello Sport’ per accrescere la consapevolezza dell’importanza che lo sport e l’attività motoria possono avere ai fini sociali, soprattutto in termini di salute e benessere psico-fisico delle persone di ogni età. Ricordiamo inoltre che, in ambito europeo, lo sport tende a configurarsi come un diritto alla cittadinanza e le istituzioni sono tenute a garantire la possibilità di praticare attività motoria in modo qualificato”.