Venerdì 1 ottobre concerto di Yaron Deutsch alla Casa della Musica di Parma

3
Yaron Deutsch – ©Markus
Sepperer

PARMA – Per la prima volta la chitarra elettrica sola entra in un programma di «Traiettorie» con Yaron Deutsch, l’interprete che più di tutti ha contribuito a rafforzarne la presenza nel contesto della musica colta contemporanea.

Venerdì 1° ottobre ore 20.30 nella Sala dei Concerti della Casa della Musica a Parma, il programma di Yaron Deutsch sarà ugualmente spartito fra due classici della chitarra elettrica ed elettronica come «Electric Counterpoint» di Steve Reich e «La Cité des Saules» di Hugues Dufourt e due brani appositamente scritti per lui.

Per quanto riguarda i primi due, non si potrebbero avere due brani più diversi: il contrappunto ossessivo di Reich del 1987 porta impressi i caratteri più proverbiali ed entusiasmanti del minimalismo, mentre l’atmosfera surreale del brano di Dufourt (composto nel 1997) rimanda a una dimensione musicale rivolta allo studio sull’ascoltatore dei microeffetti ambientali della distorsione sonora.

I due pezzi dedicati a Deutsch nonostante appartengano entrambi al secondo decennio del XXI secolo guardano in direzioni diverse: più vicino al mondo di Dufourt è «Sgorgo Y» (2012) di Pierluigi Billone, tutto giocato sulle amplificazioni del vibrato, mentre «All the boys forgot about you» di Avshalom Ariel (classe 1992) sfrutta gli effetti di apparente dislocazione spaziale del suono amplificato.

Nato a Tel Aviv nel 1978, Yaron Deutsch è fondatore e direttore artistico di Ensemble Nikel, ma suona anche come ospite in altri ensemble di musica contemporanea, principalmente con Klangforum Wien, ma anche con Court-circuit, Ictus, Musikfabrik, Talea, e con molte orchestre sinfoniche europee. La sua ricerca sul suono della chitarra elettrica gli ha permesso proficue occasioni di collaborazione con contrabbassisti come Uli Fussenegger, compositori-perfomers come Stefan Prins, fisarmonicisti come Krassimir Sterev, oltre a partecipare a produzioni operistiche a Basilea, Berlino e Anversa. Dal 2010 è direttore artistico del festival di musica contemporanea Tzlil Meudcan di Tel Aviv. Una volta posata la chitarra elettrica, insegna chitarra classica ai corsi estivi di Darmstadt.

La realizzazione di «Traiettorie», partner di Italiafestival, è possibile grazie al contributo del Ministero della Cultura, Comune di Parma, Regione Emilia-Romagna, Fondazione Cariparma, Fondazione Monteparma, Chiesi Farmaceutici, Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea, Symbolic e la collaborazione del Complesso Monumentale della Pilotta, Casa della Musica di Parma, Fondazione “A. Toscanini”, Fondazione Teatro Due, Università degli Studi di Parma, Sina Hotel Palace Maria Luigia. Rinnovata anche la media partnership con Rai Radio3 e Magazzini Sonori.

Biglietteria  

È possibile acquistare il biglietto in prevendita sul sito www.vivaticket.com o – il giorno del concerto, a partire dalle ore 19:30 – presso la reception della Casa della Musica (Piazzale San Francesco, 1 – 43121 Parma).

Si rammenta che a causa delle norme di distanziamento la capienza sarà ridotta ed è consigliabile l’acquisto online per assicurarsi il posto. Inoltre, per evitare code e assembramenti, s’invita lo spettatore a presentarsi presso il luogo dello spettacolo minimo 20 minuti prima dell’inizio della rappresentazione.

Per accedere al concerto è OBBLIGATORIO ESSERE MUNITI DI GREEN PASS.

Le misure di sicurezza sono consultabili al sito www.fondazioneprometeo.org

Costi dei biglietti

Intero: € 15

Ridotto: € 10 (over 65, soci FAI, TCI e viaggiatori ITALO)

Ridotto studenti: € 5 (studenti universitari e del Conservatorio)

Omaggio: under 18

Venerdì 01 ottobre 2021

Parma – Casa della Musica, ore 20.30

Yaron Deutsch

Chitarra elettrica

Programma della serata:

Pierluigi Billone (1960)

Sgorgo Y (2012)

Hugues Dufourt (1943)

La Cité des Saules (1997)

Steve Reich (1936)

Electric Counterpoint (1987)

Avshalom Ariel (1992)

All the boys forgot about you (2018)