In arrivo quasi duecentomila euro di fondi europei per nuovi interventi di contrasto alla povertà sul territorio del Distretto Centro Nord

11

Ass. Coletti “Con queste ulteriori risorse completiamo il quadro delle nostre azioni di supporto alle persone indigenti”

FERRARA – Ammonta a quasi duecentomila euro il finanziamento europeo che consentirà a Ferrara, come capofila del Distretto Centro Nord, di completare il quadro di interventi di contrasto alla povertà. La somma (197mila euro per la precisione) è stata assegnata al Comune di Ferrara grazie alla sua partecipazione all’Avviso pubblico 1/2021 PrInS del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, per la presentazione, da parte degli Ambiti Territoriali, di progetti di Pronto intervento sociale e di interventi a favore delle persone in condizioni di povertà estrema o marginalità, da finanziare con fondi europei. Per usufruire del finanziamento il Comune ha stipulato una convenzione ad hoc con il Ministero, che è stata approvata nel contenuto dalla Giunta comunale, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti.

“Grazie a queste ulteriori risorse – spiega l’assessore Coletti – andiamo a completare la rosa delle nostre azioni di contrasto alla povertà e supporto alle persone indigenti, finanziate con fondi europei, nazionali, regionali e comunali. In particolare la quota di 197mila euro assegnata con questo Avviso Prins sarà destinata a servizi per cittadini in condizione di povertà, tra cui percorsi mediati per l’acquisizione della residenza anagrafica da parte di persone senza fissa dimora stabilmente presenti sul territorio, per consentirne l’accesso ai servizi sanitari e l’eventuale richiesta di benefici e sussidi, ma anche a interventi di orientamento ai servizi disponibili sul territorio e di supporto al disbrigo di pratiche amministrative e consulenza legale. In previsione anche interventi di cohousing con operatori sociali dedicati alla gestione delle convivenze e al potenziamento dell’autonomia”.

Le azioni programmate con le risorse dell’avviso Prins si aggiungono a quelle progettate dal Comune di Ferrara con i fondi Pnrr (710mila euro) assegnati al Distretto Centro Nord per interventi di ‘housing’ mirati a persone senza dimora con problemi di salute o in situazione di disagio socio-abitativo cronico o per persone che non riescono ad accedere immediatamente all’edilizia residenziale pubblica.

Ulteriori azioni di contrasto alla povertà già in essere nel nostro Comune – come ricordato ancora dall’assessore Coletti – sono quelle relative ad esempio al Pronto Intervento sociale per i servizi a bassa soglia, alle unità di strada, al contrasto alla povertà energetica, alla gestione delle morosità per prevenire la decadenza dall’assegnazione di un alloggio erp, al supporto alle famiglie fragili con minori, al volontariato accogliente, agli aiuti alimentari e all’emporio solidale, ai farmaci per gli indigenti,al piano freddo e alle sistemazioni di emergenza per i senza fissa dimora”.