Il Duomo di Forlì e Porta Schiavonia illuminati da Hera Luce fino all’Epifania con 5.000 lampadine a LED

47

Una ditta specializzata ha collocato  11.000 lampadine, che rimarranno accese fino al 6 gennaio 2021

FORLÌ – Da domani, 8 dicembre, saranno accese le luci dell’arco di Porta Schiavonia e del Duomo di Forlì grazie a 1.000 metri di lampadine a LED, pari a 11.000 lampade, che rimarranno accese fino all’Epifania consentendo un consistente risparmio di energia.

L’allestimento è stato realizzato anche quest’anno da Hera Luce, società del Gruppo Hera e uno dei primi gestori italiani nel settore della pubblica illuminazione, nell’ambito del contratto di gestione delle luminarie del centro storico.

Il montaggio è molto impegnativo, in quanto i fili con le 11.000 lampadine devono essere collocati sulla cupola, sul campanile del Duomo e su Porta Schiavonia: per questo è stata chiamata anche quest’anno da Hera Luce una ditta specializzata di Macerata che, grazie ad un particolare corso di specializzazione, è in grado di occuparsi dell’allestimento a Forlì, suo ‘fiore all’occhiello’.

Le luminarie del Duomo saranno poi riaccese dal 1 al 4 febbraio 2021 in occasione della Festa della Madonna del Fuoco (4 febbraio), patrona della città di Forlì, la cui Cappella è contenuta all’interno della Cattedrale.

“La nostra azienda si è occupata dell’illuminazione, che dal 2018 è costituita interamente da lampadine a LED, di questi due importanti monumenti – afferma soddisfatto Alessandro Battistini, direttore generale di Hera Luce L’allestimento è realizzato in coerenza con il progetto di miglioramento dell’efficienza energetica portato avanti nel territorio forlivese, dove nel 2019 abbiamo sostituito oltre 11.000 punti luce, pari a circa la metà dei corpi illuminanti del territorio di Forlì”.