Alcol e bevande da asporto

12

Il Sindaco di Bologna conferma la riduzione degli orari degli esercizi di vicinato nel centro storico. Ordinanza valida dall’1 aprile al 31 luglio a tutela della salute pubblica per contenere la diffusione dell’alcol tra i giovani e a tutela del decoro e della vivibilità urbana

BOLOGNA – Il sindaco Matteo Lepore ha firmato un’ordinanza che conferma la riduzione degli orari degli esercizi di vicinato in tutta l’area del centro storico delimitata dai viali di circonvallazione, dove è più alta la concentrazione di attività, con l’obiettivo di contribuire al contenimento della diffusione dell’alcol tra i giovani e per contrastare l’abbandono dei contenitori di vetro, tutelando il decoro e la vivibilità urbana.

L’ordinanza sarà in vigore dall’1 aprile al 31 luglio 2022 e impone agli esercizi di vicinato del settore alimentare e misto l’apertura dalle 6 alle 21.

Chi non rispetta l’ordinanza rischia una sanzione amministrativa che va da 300 a 500 euro e, in caso di reiterata inosservanza, la chiusura dell’esercizio fino a 15 giorni.

Un’ordinanza analoga, legata all’emergenza epidemiologica da COVID-19, era in vigore fino al 31 marzo 2022.