Zona S. Cataldo, sgomberati edificio e tende abusive

Ripristinati e puliti l’area verde e il locale occupati abusivamente. Frequenti i controlli in zona della Polizia municipale

MODENA – Sgomberati dalla Polizia municipale, nella mattinata di mercoledì 19 ottobre, un vecchio stabile nella zona del cimitero San Cataldo e un paio di tende che occupavano abusivamente un’area verde nelle vicinanze.

La porta dell’edificio, il garage di una vecchia casa di proprietà demaniale, era chiuso dall’esterno con un lucchetto. All’interno gli agenti della Municipale hanno trovato i segni inequivocabili della presenza di due persone che abitavano abitualmente nel locale: letti, arredi, rifiuti e oggetti personali. Con l’ausilio dei tecnici di Hera l’ambiente è stato ripulito e ripristinato. Nella prima mattinata ad essere sgomberata e ripulita è stata invece la piccola area verde situata nei pressi dell’ingresso del cimitero, dove aveva allestito la sua tenda un moldavo senza fissa dimora che è stato allontanato, mentre erano con ogni probabilità tre le persone che occupavano una seconda tenda.

Dopo aver sgomberato e ripristinato l’area gli agenti del Nucleo problematiche del territorio si sono spostati nella zona dei parcheggi delle camere ardenti dell’ospedale Policlinico, dover erano state segnalate presenze di questuanti con comportamenti molesti. Qui sono stati identificati e sanzionati una coppia di cittadini rom pliuripregiudicati per reati legati all’occupazione abusiva di edifici e già in passato espulsi dall’Italia.

La scorsa settimana ad essere invece identificati e sanzionati da agenti in borghese della Municipale, durante gli abituali servizi di controllo del territorio, erano stati tre parcheggiatori abusivi. I vigili del Quartiere 3 li avevano colti intenti nella loro attività nel parcheggio delle camere ardenti e tra le via Marzabotto e del Pozzo. Ai tre, tutti di nazionalità rumena, sono stati anche confiscati gli introiti dell’attività illecita.