“Il XVI secolo”, il 15 marzo all’Archiginnasio il quinto appuntamento del ciclo “I Novecento anni secolo per secolo”

comune di Bologna logoIl Cinquecento a Bologna raccontato da Angela de Benedictis per “Concives 1116-2016. Nono centenario del Comune di Bologna”

BOLOGNA – Oggi, martedì 15 marzo, alle ore 17.00 nella Sala Stabat Mater dell’Archiginnasio, in Piazza Galvani 1, nell’ambito di “CONCIVES 1116-2016. Nono centenario del Comune di Bologna”, si svolgerà il quinto appuntamento del ciclo di conferenze “I Novecento anni secolo per secolo”. L’incontro di oggi pomeriggio, dal titolo “Il Cinquecento. Cittadini di Bologna e sudditi del papa” vedrà nelle vesti di relatore Angela de Benedictis dell’Università di Bologna, in conversazione con due giovani studiosi, Federico Bolognesi e Antonio Marson Franchini.

Nel 1506 papa Giulio II riesce a riaffermare il dominio diretto su Bologna dopo che i Bentivoglio fuggono, aiutati dai francesi, e abbandonano il governo della città. Da allora, nonostante le alterne vicende delle guerre d’Italia, i Legati rappresentanti del papa costituiscono il governo della città insieme al Senato aristocratico di quaranta (poi cinquanta) membri e ad altri uffici popolari. Per tutta la prima metà del secolo si ripetono i tentativi dei popolari di avere un maggior peso nella gestione della cosa pubblica, contando sull’appoggio del papato. I tentativi non sono però coronati da successo, anche per via delle preoccupazioni suscitate dalla diffusione della Riforma protestante. Durante il pontificato di Sisto V la politica senatoria di pattuizione delle prerogative del governo cittadino incontra un forte ostacolo, nonostante gli interventi degli ambasciatori bolognesi presso la corte papale. Alla fine del secolo la forma di governo della città rimane, comunque, composta dal Legato e dal Senato con le altre magistrature bolognesi.

“I Novecento anni secolo per secolo” ciclo di conferenze 16 febbraio-15 maggio 2016.
Nel rievocare i nove secoli intercorsi dal diploma con cui l’imperatore Enrico V riconobbe ai “concives” bolognesi le prerogative essenziali per il loro autogoverno, la rassegna non si limita ad una celebrazione retrospettiva, ma promuove la conoscenza degli innumerevoli eventi, episodi e provvedimenti condivisi e vissuti dalla nostra comunità che hanno contribuito a forgiarne i caratteri identitari, le propensioni e le attese.

I prossimi appuntamenti del ciclo:

22 marzo: XVII secolo, relatore prof. Adriano Prosperi
12 aprile: XVIII secolo, relatrice prof.ssa Cesarina Casanova
28 aprile: XIX secolo, relatore prof. Roberto Balzani
10 maggio: XX secolo, relatore prof. Alberto Preti
15 maggio: XXI secolo, presente e futuro

In base alla legge 107 del luglio 2015 la partecipazione alle conferenze può essere utilizzata per l’aggiornamento degli insegnanti.

“CONCIVES 1116 – 2016. Nono centenario del Comune di Bologna”
Un grande anniversario come quello dei nove secoli di vita del Comune di Bologna offre l’opportunità di ripercorrere l’itinerario compiuto dalle tante generazioni che ci hanno preceduto per acquisire una rinnovata consapevolezza delle risorse comuni e per proiettarci verso il futuro cercando di realizzare le aspettative del presente.

Così le celebrazioni non si sviluppano solo sul filo della memoria, ma anche su quello della contemporaneità: i 900 anni sono infatti uno stimolo per riflettere su temi attualissimi come quello delle trasformazioni istituzionali in corso attraverso la formazione del Comune metropolitano o quello dell’inclusione e del coinvolgimento dei cittadini più “giovani”.

Il Nono centenaril’Archiginnasio | Istituzione Biblioteche di Bologna.