Viabilità, la nuova rotatoria sul Canaletto a Modena

Aggiudicati i lavori, il cantiere apre in settembre

Canaletto rotatoria UccellinoMODENA – Partiranno entro la prima metà di settembre i lavori della nuova rotatoria sulla statale 12 del Brennero all’incrocio con la strada comunale di Albareto e la strada del ponte dell’Uccellino.
La Provincia ha eseguito nei giorni scorsi l’aggiudicazione (provvisoria in attesa di completare tutte le procedure d’appalto) dei lavori che saranno realizzati dal Consorzio Coseam con la ditta Turchi esecutrice.
L’infrastruttura ha un costo complessivo di un milione e 400 mila euro di cui oltre 200 mila euro per lo spostamento di interferenze di servizi elettrici e telefonici e tubazioni di gas e acqua.

Come sottolinea Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, «l’opera fa parte di un piano per snellire i collegamenti tra Modena, Soliera, Carpi e l’area nord che prevede anche l’ampliamento della strada provinciale 413 Romana sud, nel tratto tra la rotatoria di S.Pancrazio e il ponte sul Secchia e del ponte dell’Uccellino. L’obiettivo è quello di risolvere il problema delle code in entrata e uscita da Modena sul ponte del Secchia all’innesto tra tangenziale e la provinciale per Carpi, migliorare i collegamenti lungo il Canaletto, senza trascurare che con la nuova rotatoria garantiamo una maggiore sicurezza in un incrocio pericoloso per i collegamenti tra Modena e l’area nord del territorio provinciale».
Per realizzare questi progetti l’investimento complessivo ammonta a cinque milioni e 800 mila euro, quattro dei quali messi a disposizione della Provincia dalla società Autobrennero, nell’ambito delle risorse destinate agli enti locali per migliorare la viabilità collegata all’autostrada nei territori attraversati.
I lavori saranno realizzati per stralci successivi e il primo intervento sarà proprio la nuova rotatoria sul Canaletto.

S.Pancrazio«Si tratta di un’opera importante – commenta l’assessore alla Mobilità del Comune di Modena Gabriele Giacobazzi – che Provincia e Comune hanno condiviso con un doppio obiettivo: da un lato aumentare il livello di sicurezza della statale e delle immissioni sulla stessa, oggi piuttosto pericolose, da stradello Ponte Basso e da strada Ponte Nuovo; dall’altro realizzare il primo pezzo dell’intervento più complessivo che prevede l’ampliamento e la messa in sicurezza del ponte dell’Uccellino in modo da consentire l’attraversamento del fiume Secchia anche nelle situazioni di difficoltà idraulica che attualmente comportano la chiusura del ponte».

La nuova rotatoria sarà larga 45 metri con una sede stradale di dieci metri; nell’ambito del progetto sono previsti anche una nuova rampa lungo la strada del ponte dell’Uccellino in direzione di Soliera e l’adeguamento della comunale per Albareto, poi opere complementari, opere di ripristino vegetazionale e il riposizionamento della maestà votiva presente all’incrocio con la strada per Albareto.